Formula 1Interviste F1

F1 | Sargeant correrà in Giappone, ma con una “novità” sulla sua Williams

Logan Sargeant tornerà a correre per il GP del Giappone, ma ha confermato che ci sarà una “novità” sulla sua Williams.

Logan Sargeant tornerà in pista per il GP del Giappone. Dopo aver “prestato” la sua monoposto al compagno di squadra Alexander Albon per la gara in Australia, il pilota statunitense è pronto a correre di nuovo.

In seguito al disastroso incidente a Melbourne, in cui il thailandese aveva distrutto il telaio, la Williams si era trovata in evidente difficoltà. Il team, infatti, non ne possedeva un altro di riserva. I tempi erano ristretti, e la scuderia aveva quindi preso la decisione di far guidare un solo pilota: Albon, sicuri che avrebbe portato punti, al posto di Sargeant.

gp australia melbourne williams macchina albon sargeant
Foto: Logan Sargeant via X

Questa scelta non ha ripagato la Williams: il thailandese ha concluso la gara in undicesima posizione. Il telaio di Albon è stato successivamente portato a Grove per essere riparato, e poi spedito a Suzuka.

Logan Sargeant ha confermato non solo che ci sarà in Giappone, ma che il telaio riparato (quello con cui Albon aveva corso in Australia) verrà utilizzato sulla sua Williams.

“Sì, è quello riparato, solo perché il carico di lavoro per rimettere a posto le vetture sarebbe davvero eccessivo per i meccanici,” ha spiegato lo statunitense nel media day di giovedì. “La riparazione è andata meglio del previsto.”

C’è una piccola novità: il telaio ricostruito è leggermente più pesante. “Credo che sia solo 100 grammi più pesante”, ha aggiunto Sargeant. “Quindi praticamente niente.”

Durante la settimana di stop, il pilota Williams ha avuto del tempo per riflettere su quanto accaduto a Melbourne. Sebbene la decisione del TP James Vowles sia stata devastante per lui, Sargeant non incolpa nessuno e ammette di sentirsi meglio “a livello psicologico.”

“Dopo una settimana di assenza vedi le cose sotto un’altra prospettiva. Bisogna sempre considerare cosa è meglio per la squadra. Naturalmente, come pilota si vuole guidare, ma allo stesso tempo so che tutti lavorano duramente come possono,” ha spiegato. “Non biasimo nessuno, so che tutti stanno facendo del loro meglio e io commetto errori, la squadra sbaglia, ma andiamo avanti.”

Crediti immagine di copertina: Williams Racing su X.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter