Formula 1

F1 | Svolta dell’UE su Nikita Mazepin: la decisione sul pilota russo

Nikita Mazepin era incluso nella “lista delle persone sottoposte a misure restrittive” dell’UE, ora c’è la svolta: la decisione sul pilota russo.

Nikita Mazepin vince il ricorso: la Corte di Giustizia dell’UE rimuove il pilota russo dalla lista delle personalità sottoposte a sanzioni.

f1 russia ucraina mazepin nikita guerra ue unione europea f1 mazepin eu ue guerra russia ucraina sanzioni haas
Foto: The Guardian – Foto Copertina: SoyMotor.com – Nikita Mazepin, la decisione dell’UE sulle sanzioni.

La sentenza della Corte di Giustizia dll’Unione Europea giunge nella giornata di mercoledì 20 marzo 2024. L’UE aveva inserito il 25enne russo, nativo di Mosca, tra i soggetti sanzionati nel marzo del 2022.

Quel mese non fu lieto per Nikita Mazepin: il pilota fu licenziato dalla Haas e vide il proprio nome inserito nella lista delle persone sotto sanzioni. L’Unione Europea aveva decretato in quel momento il congelamento dei capitali di Nikita ed un divieto di ingresso nei paesi membri UE per il classe ’99.

Emanato nel marzo del 2022, il provvedimento fu prorogato nei mesi di settembre 2022, marzo e settembre 2023, fino al 15 marzo 2024.


Leggi anche: F1 | Palestina in ginocchio, Hamilton alza la voce: la netta posizione di Lewis


La sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea rende ragione al pilota russo. “Nel marzo 2022 il sig. Nikita Mazepin è stato inserito nell’elenco delle persone oggetto delle misure restrittive adottate dall’Unione europea in seguito dell’aggressione russa nei confronti dell’Ucraina”, si legge nel comunicato.

L’inserimento di Nikita nella lista dei soggetti sanzionati era dovuta, come spiega la nota, all’associazione con suo padre, Dmitrij Mazepin. Il 55enne di Minsk è identificato come imprenditore attivo in settori economici redditizi per il governo russo e principale sponsor delle attività di Nikita. Infatti, il principale finanziatore della Haas era allora l’azienda russa Uralkali, al quale Dmitrij era strettamente legato.

Mazepin vince il ricorso con l’UE: la sentenza

La Corte di Giustizia ha riportato: “Ritenendo, in particolare, che tali atti fossero viziati da un errore di valutazione in cui sarebbe incorso il Consiglio, Nikita Mazepin ha chiesto al Tribunale dell’Unione europea di annullarli.”

La decisione: “Con la sua sentenza, il Tribunale accoglie la sua domanda. Il Tribunale annulla gli atti di mantenimento di Nikita Mazepin negli elenchi delle persone oggetto delle misure restrittive“.

Secondo la Corte di Giustizia le motivazioni originarie del provvedimento non sono abbastanza per includere Nikita Mazepin nelle liste. Il rapporto familiare con suo padre, l’imprenditore russo Dmitry Mazepin, non è sufficiente per considerarlo legato a quest’ultimo da interessi comuni e, pertanto, per mantenerlo in tali elenchi.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter