A TCFormula 1

F1 | Test Bahrain Analisi Day 3: Red Bull metronomo con Verstappen, il confronto con Leclerc

Red Bull attaccabile con Perez, Verstappen metronomo nel passo: il confronto con Leclerc nel Day 3 dei Test in Bahrain.

La macchina fa tutto ciò che voglio“. Esattamente quello che la concorrenza Red Bull (Leclerc in primis) sperava di non sentir dire a Max Verstappen al termine della tre giorni di test in Bahrain.

Il sorriso a 32 denti dell’olandese sul finire della sessione pomeridiana è decisamente esplicativo. Red Bull è la vettura da battere. Il campione del mondo lo ha dimostrato in pista, simulando l’intera distanza di gare su tre stint con una media di 1.37.111.

Verstappen Test Bahrain
Interessante confronto tra Leclerc e Verstappen nella simulazione gara nei test 2024 del Bahrain. Credits: RBR

Pare, poi. che Max abbia rivelato ad alcuni ingegneri del team che il suo feeling con la RB20 è già migliore di quello con la vettura 2023.

Verstappen e Leclerc simulano la gara: il confronto

Test Bahrain Verstappen
Il confronto tra la Red Bull di Verstappen e la Ferrari di Leclerc nei test in Bahrain. Credits: Raul Molina Recio on X

Ma andiamo con ordine. Anzitutto la concorrenza non è distante. E per concorrenza intendiamo principalmente Ferrari.

La Rossa anche oggi ha dimostrato un passo eccellente e, basandoci solamente sulla media dei tre stint, addirittura migliore di Verstappen, con Leclerc che ha ottenuto un 1.36.916 complessivo. 

Test Bahrain Leclerc
Il confronto tra la Red Bull di Verstappen e la Ferrari di Leclerc nei test in Bahrain.

Verosimile, tuttavia, che Verstappen abbia imbarcato carburante ad ogni passaggio ai box. Se, infatti, Leclerc si limitava ad un rapido cambio gomme, la RB20 dell’olandese si ritirava per qualche minuto nel garage prima di ripartire.

Direi una giornata positiva nel complesso“, ha spiegato Verstappen. “Ci siamo concentrati sul simulare un long run così da poter comprendere al meglio la vettura, che mi sembra molto solida. Abbiamo scelto di non concentrarci sul giro secco. In generale sono molto soddisfatto. Ora guardiamo a settimana prossima“.

Chi, invece, ha dato l’impressione di essere attaccabile è Sergio Perez. Il messicano pare ancora non riuscirsi a slegare dal trend negativo inaugurato la scorsa estate, mostrando una performance decisamente distante dal compagno di box. 

Nonostante ciò, anche per Checo il feeling con la RB20 pare positivo fin dai primi giri. 

Credo sia stato un buon inizio per il team“, conferma il messicano. “Abbiamo fatto diversi km negli ultimi giorni e quello che abbiamo raccolto è positivo. Ho buone sensazioni in macchina“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter