Formula 1

F1 | UFFICIALE: Davide Brivio e Alpine si separano. Ritorno in MotoGP all’orizzonte?

Dopo i tanti rumours che si sono susseguiti negli ultimi mesi, ora la notizia ha i crismi dell’ufficialità: Davide Brivio e Alpine F1 si separano dopo tre stagioni trascorse assieme.

Brivio si è affermato nel Motomondiale come manager di grande successo. Da capo del team Yamaha, è riuscito a strappare Valentino Rossi alla Honda, la moto che in quegli anni dominava la scena sui circuiti di tutto il mondo. Il resto è storia: nel 2004, Valentino ha riportato il mondiale alla Casa dei tre diapason dopo ben 12 anni e sono poi arrivati altri titoli nel 2005, 2008 e 2009, per un totale di quattro.

Davide Brivio Alpine F1
Davide Brivio lascia Alpine F1 Team dopo tre anni – Credits: alpinecars.com

Dopo di che, nel 2015, Brivio ha riportato nella categoria regina delle due ruote la Suzuki, che nel frattempo si era ritirato dalle corse. Anche alla guida della casa di Hamamtsu, il manager lecchese ha costruito un progetto vincente nel giro di qualche anno e nel 2020 si è raggiunta l’acme con il mondiale conquistato da Joan Mir. Alla Suzuki, il titolo nella categoria principe delle moto mancava addirittura da 20 anni.

Dopo l’ennesima impresa nelle due ruote, Brivio è passato alle quattro ruote entrato a far parte della famiglia Alpine all’inizio del 2021. In quella stagione, ha ricoperto il ruolo di Racing Director della scuderia di Formula 1, per poi passare nel 2022 all’Academy del team francese in qualità di Director of Racing Expansion Projects.

Nonostante un contratto ancora in essere, il dirigente italiano e la Casa francese hanno raggiunto un accordo per separarsi anticipatamente. Le voci di una separazione tra le parti con il conseguente ritorno di Brivio in MotoGP a capo della Honda già dal 2024, in sostituzione di Alberto Puig, vanno avanti ormai da diverso tempo.


Leggi anche: F1 | Sainz-Ferrari, lo scenario in caso di non rinnovo: McLaren o Aston Martin?


La bomba è stata lanciata nei mesi scorsi dalla nota testata tedesca Speedweek. Se il tutto si concretizzasse, Brivio comincerebbe l’ennesima sfida della sua carriera, quella di riportare anche l’altro colosso giapponese al vertice dopo aver fatto lo stesso con Yamaha prima e Suzuki poi.

Le notizie in tal senso sono però contrastanti. Secondo quanto appreso da Motorsport, infatti, il manager lecchese non avrebbe ancora ricevuto alcuna offerta dalla Casa di Tokyo e l’attuazione effettiva dell’accordo non sarebbe dunque ancora imminente.

Davide Brivio

“È stato un capitolo fiero della mia carriera nel motorsport essere coinvolto in Formula 1 con Alpine. Vorrei ringraziare Alpine per l’opportunità di sperimentare la Formula 1 che era il mio desiderio e anche per la possibilità di trasmettere parte della mia esperienza nel motorsport ai giovani piloti dell’Alpine Academy. Auguro il meglio al team e all’Academy per il futuro e sono sicuro che vedremo molti giovani piloti raggiungere risultati fantastici nella loro carriera. Giocare una piccola parte in alcuni di questi successi sarà sicuramente qualcosa che apprezzerò. Sono grato ad Alpine per aver accolto il mio desiderio di perseguire altre opportunità che potrebbero (e spero che si presentino) in futuro”.

[Credits immagine di copertina: motorsport.com]


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter