Formula 1Interviste F1

F1 | Verstappen, a Monaco la Red Bull non funziona: l’olandese spiega il motivo

Max Verstappen prova a dare una spiegazione al tracollo Red Bull a Monaco, con l’olandese che partirà dalla sesta posizione.

Max Verstappen cerca di mantenere il sorriso, ma non c’è nulla per cui essere felici. L’olandese scatterà dalla sesta posizione dopo una qualifica, a suo dire, “disastrosa.” Peggio il suo compagno di squadra: Sergio Pérez si è fermato in sedicesima posizione (dopo la squalifica delle due Haas), addirittura fuori in Q1.

Un tracollo inaspettato, a cui neanche il tre volte campione del mondo riesce a darsi una spiegazione. Eppure ci prova.

Credits: Max Verstappen su X

Davanti alle telecamere dei media olandesi presenti a Monaco, Verstappen, con molta schiettezza, ha affermato:

“Pensavo fosse davvero sorprendente riuscire ad essere competitivi così a lungo. Ad essere onesto abbiamo provato di tutto questo weekend. Per trovare un equilibrio. Ma non funziona niente. Non funziona niente, ripete l’alfiere della Red Bull, evidenziando un fine settimana duro nel Principato di Monaco. E ancora non è finito.

“La macchina è estremamente difficile da guidare”, ha puntualizzato, facendo eco alle parole dette a Mara Sangiorgio nel pomeriggio. “Guardate Checo… Credo la dica lunga. E lui di solito è molto bravo nei circuiti cittadini. Quando parti P18 e P6 capisci che abbiamo guidato in maniera disastrosa”, ha concluso.

Sergio Pérez ha messo a segno la sua ultima vittoria proprio lo scorso anno a Monaco.

“Non una posizione favorevole. Abbiamo provato ad estrarre di tutto dalla macchina, ma è stata difficile da controllare. Occhi rivolti alla gara di domani”, ha scritto Max Verstappen sul suo profilo Twitter.

Chi vincerà il GP di Monaco? Charles Leclerc scatterà dalla pole position, affiancato da Oscar Piastri. Terzo posto per l’altro pilota Ferrari, Carlos Sainz. I tre sono stati i protagonisti di un divertente siparietto nel post qualifiche.

Crediti immagine di copertina: Max Verstappen su X.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.