Formula 1

F1 | Verstappen, attento: con Sainz in Red Bull possono aprirsi due scenari

Un ex pilota di F1 è convinto che un ritorno di Sainz in Red Bull potrebbe portare a due scenari per Verstappen.

Un ritorno di Carlos Sainz in Red Bull potrebbe davvero far impensierire Max Verstappen? Lo spagnolo è finora l’unico pilota ad aver interrotto il dominio della scuderia austriaca. Lo scorso anno vinse a Singapore, quest’anno in Australia.

Con la vittoria a Melbourne, il #55 della Ferrari si è letteralmente messo sul mercato. Anche la Red Bull è stuzzicata all’idea di riprendersi il figlio d’arte, che debuttò proprio con la Toro Rosso nel 2015 al fianco dell’olandese, allora minorenne.

Credits: IMAGO/Motorsport Images

Ma un binomio Sainz – Verstappen potrebbe funzionare in Red Bull? L’ultima volta le cose non sono andate proprio benissimo. Tra i due garage si respirava un’atmosfera decisamente tossica, e ciò ha influito anche sui diretti interessati, che hanno iniziato un’accesa rivalità in pista.

C’è da dire che dieci anni fa, Sainz e Verstappen erano ancora giovanissimi, mentre oggi sono diventati due piloti maturi e costanti. Quindi, perché escludere un ritorno di questa coppia? Per l’ex pilota austriaco Hans-Joachim Stuck, la Red Bull non dovrebbe perdere tempo e ingaggiare Carlitos.

“Se fossi il capo della Red Bull, userei tutti i mezzi possibili per trovare una soluzione al contratto di Sergio Pérez. Sicuramente ci sono delle clausole”, ha dichiarato in un’intervista ad Eurosport.

“E poi offrirei a Sainz un sedile. Al momento non c’è nessuno migliore di lui.” Secondo Stuck, il madrileno potrebbe rappresentare una vera sfida per Verstappen.

“In primo luogo mi piacerebbe: la concorrenza stimola gli affari. Max dovrebbe accelerare ancora di più, cosa che può sicuramente fare. In secondo luogo, sono sicuro che Max non dormirebbe sogni tranquilli se sapesse di avere Sainz come nuovo compagno di squadra.”

Stuck, inoltre, ritiene che una situazione del genere potrebbe portare a due scenari per Verstappen. “Ora è il numero uno alla Red Bull, ma prima o poi anche questo finirà. O diventa troppo vecchio, oppure un nuovo compagno di squadra lo mette improvvisamente sotto pressione. Una situazione del genere può portare a due scenari: Verstappen diventa ancora più veloce, oppure cade a pezzi.”

Crediti immagine di copertina: Getty Images

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter