Formula 1Interviste F1

F1 | Verstappen chiaro sulla lite tra sue padre e Horner: “Si poteva evitare”

Il clima teso in casa Red Bull a causa della parole di Jos Verstappen e Christian Horner non ha lasciato indifferente Max.

In Austria si sono riaccesi i riflettori sulla situazione interna in Red Bull. Jos Verstappen e Christian Horner non si sono risparmiati negli attacchi reciproci ed anche Max è stato interpellato sulla questione.

jos verstappen christian horner max red bull litigio gp austria
Max Verstappen ha parlato del litigio tra suo padre Jos e Horner © F1inGenerale

Tutto è nato da una discussione riguardante la Legends Parade che si terrà domenica. Jos Verstappen avrebbe dovuto girare con la RB8 ma, stando alle sue parole, Horner glielo avrebbe impedito.

Il TP Red Bull ha immediatamente negato le accuse. Tuttavia i dissidi sono andati avanti, con il papà di Max che ha dichiarato di aver chiuso con Horner e di ritenerlo un bambino.

Le parole di Verstappen

Max Verstappen, dopo la vittoria nella Sprint Race, ha è stato interpellato per dare la sua opinione sul litigio tra suo padre Jos e Horner.

Naturalmente non si vuole che queste cose accadano”, ha spiegato il campione del mondo. “Non è bello, ne per me, ne per mio padre, ne per Christian e nemmeno per la squadra”.

Credo che mio padre sia stato abbastanza chiaro sulle ragioni che lo hanno spinto a farlo. Ovviamente posso capire la sua opinione in merito”.


Leggi anche: F1 | Ferrari, nessun problema tecnico: il motore si è spento per un errore di Leclerc


“Gli è stato chiesto di guidare la macchina, poi scopre che non vogliono lasciarglielo fare. A mio padre non interessa guidare la macchina, ma gli è stato chiesto di farlo per i tifosi, per i tifosi olandesi, e bla bla bla”.

“Con la Red Bull abbiamo un ottimo rapporto, la pista di casa. Quindi lo capisco. D’altra parte, sono qui per concentrarmi sul lato delle prestazioni, quindi voglio un buon rapporto con tutti. Ovviamente questo scenario si poteva evitare”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.