Formula 1

F1 | Verstappen – Pole con il giallo in Australia: allarme affidabilità Red Bull

Red Bull sostituisce la Power Unit sulla RB20 di Verstappen prima delle Qualifiche del GP d’Australia: allarme affidabilità.

I sorrisi in casa Red Bull dopo la Pole Position di Verstappen nelle Qualifiche del GP d’Australia hanno preso il posto dell’apprensione vista nel box nei minuti che hanno preceduto la sessione.

Sulla RB20 dell’olandese, infatti, è stata installata una nuova Power Unit. Il team di Milton Keynes ha, così, smarcato la seconda delle quattro unità che il Regolamento permette di utilizzare nel corso della stagione.

GP Australia Red Bull Verstappen
I meccanici Red Bull alle prese con la sostituzione della PU sulla RB20 di Verstappen prima delle Qualifiche in Australia. Credits: XBP Images

La scelta di procedere alla sostituzione sarebbe dettata dai danni riportati alla specifica utilizzata nelle libere.

Verstappen, infatti, nel corso delle FP1 si è reso autore di un violento passaggio su un cordolo. Il team ha così sostituito il fondo della RB20 #1 perdendo quasi metà delle libere 2.

Preoccupazione Honda: motore di Verstappen inutilizzabile

Successive verifiche hanno poi evidenziato il danneggiamento della PU Honda. Pare, peraltro, che la casa giapponese abbia espresso alcune preoccupazioni sulle condizioni del proprio motore.

Rispedita in fabbrica, l’unità utilizzata da Max verrà sottoposta agli opportuni controlli. Secondo quanto appreso, vi è però il timore che non potrà essere riutilizzata.


Leggi anche: F1 | Qualifiche GP Australia – Sintesi: Verstappen in Pole, eroico Sainz secondo, delude Leclerc


Potrebbe trattarsi del primo vero campanello di allarme per Red Bull. Doveroso ricordare, infatti, che dalla quinta power unit in poi il Regolamento prevede l’arretramento in griglia di partenza.

L’episodio si pone, peraltro, a seguito della sostituzione del cambio sulla monoposto di Perez. Il messicano, in Arabia Saudita, aveva riferito di alcune difficoltà con il team che ha optato per una nuova componente.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter