Formula 1

F1 | Wolff e l’aneddoto su Vasseur: “In aereo 13 ore in piedi. Merita questo successo”

Toto Wolff celebra il successo dell’amico Vasseur e condivide un aneddoto sul volo del francese verso Melbourne.

Sono molto felice per la Ferrari”. Così Toto Wolff, Team Principal Mercedes, ha voluto celebrare il successo del team guidato dall’amico e collega Fred Vasseur.

Sono felice soprattutto per Fred. Si merita questo successo, ha poi aggiunto l’austriaco.

Vasseur Wolff
Fred Vasseur in compagnia dell’amico e collega Toto Wolff. Credits: XBP Images

Un mondo alla rovescia rispetto ad un anno fa, quando Ferrari lasciava Melbourne con un zero punti e tante incertezze.

Proprio tornando all’edizione 2023, Wolff ha raccontato di aver condiviso il volo con Vasseur.
L’anno scorso abbiamo volato assieme da Dubai a Melbourne”, spiega Toto. “Fred era dolorante. Un disco della colonna vertebrale si era scostato. Non poteva né sedersi né dormire. È stato in piedi per 13 ore!.

Wolff: “L’Italia e Ferrari meritano il successo”, e su Carlos in Mercedes….

Il riscatto è arrivato un anno dopo, con Vasseur che ha ottenuto la prima doppietta della sua gestione.

Aveva tutta la pressione dell’Italia addosso. E ha fatto doppietta”. “Per quanto io odi la nostra situazione attuale”, ha proseguito Wolff a Motorsport.com,Fred se lo merita. Ferrati se lo merita. E anche l’Italia se lo merita”.

E proprio il vincitore di Melbourne, Carlos Sainz, è sulla lista dei candidati per un volante in Mercedes nel 2025.

Carlos ha meritato questo vittoria”, spiega l’austriaco. “Non solo per l’operazione ma soprattutto per quello che gli è stato detto a inizio anno. Incredibile a cosa porta la forza di volontà”.

Quanto al nostro futuro pilota… è una scelta difficile”, spiega Wolff. “Non esistono criteri per scartare uno o l’altro e abbiamo diverse opzioni. Voglio monitorare la situazione

So che alcuni di loro [Carlos e Max] potrebbero firmare anche con altri team. Per cui voglio valutare attentamente

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter