Formula 1Interviste F1

F1 | Wolff spiega la rinascita Mercedes: “Improvvisamente i dati hanno avuto senso”

Toto Wolff ha parlato di cosa è avvenuto negli ultimi mesi che ha portato Mercedes ad una vera e propria rinascita.

Come è possibile ribaltare le prestazioni di una macchina in metà stagione? In casa Mercedes ci sono riusciti e Toto Wolff ha spiegato i passaggi dietro a questa rinascita.

toto wolff rinascita mercedes w15 aggiornamenti novità gp silverstone 2024 lewis hamilton george russell f1
Toto Wolff ha parlato di cosa ha portato alla rinascita del team © Mercedes-AMG Petronas F1 Team

Se pensiamo alla W15 di inizio anno, pensiamo ad una monoposto instabile e con una finestra di utilizzo ristrettissima. Ora, invece, sembra il mondo al contrario. 

Il team di Brackley, a partire dal GP di Imola, ha iniziato un massiccio percorso di sviluppi ed interventi mirati sulla loro macchina. Novità in praticamente ogni weekend di gara e questo li ha portati a risalire la classifica.

L’apice si è raggiunto negli ultimi due weekend dove le frecce d’argento ne sono uscite vittoriose. Russell in Austria ed Hamilton a Silverstone.

Come ha fatto Mercedes a tornare competitiva?

Dopo la gara in Gran Bretagna, Toto Wolff ha parlato ai media di quanto stia accadendo in casa Mercedes. In particolare, il TP austriaco si è soffermato su quale sia stato il punto di svolta nella stagione.

In tanti, infatti, hanno indicato l’ala anteriore flessibile introdotta a Monaco come possibile arma segreta del team della Stella.

“Penso che cinque gare fa non eravamo nemmeno in lizza per il podio”, ha detto Wolff. “Sembrava che fosse il terzo anno di mancate prestazioni. Poi è scattato tutto”.

“Improvvisamente, tutto ciò che non aveva senso ha avuto senso. La direzione di sviluppo, o i risultati di quelle intraprese precedentemente, è stata trovata attraverso le prestazioni”.

“Mettiamo le novità sulla macchina e si traducono in tempi sul giro. Questo non era mai successo negli ultimi due anni”.

“C’è stato un momento in cui, guidati da James, improvvisamente i dati hanno avuto senso. Abbiamo cambiato il modo di bilanciare la vettura e così abbiamo potuto portarla in una zona di forza. Questa è la cosa principale. Non è stata un’ala anteriore miracolosa. È stato più che altro l’equilibrio che abbiamo raggiunto”.


Leggi anche: F1 | Toto Wolff torna sul passaggio di Hamilton in Ferrari: “Forse non credeva alla nostra ripresa”


In Mercedes però non hanno intenzione di togliere il piede dall’acceleratore. Infatti, come confermato dallo stesso Wolff, arriveranno ulteriori novità prima della pausa estiva.

“Ci sarà ancora molto da fare in termini di prestazioni. Porteremo degli aggiornamenti a Budapest e a Spa. Dall’altra parte, però, non dobbiamo farci prendere la mano”.

“Settimana scorsa abbiamo vinto grazie ad un incidente. Questa volta invece no. Avevamo ritmo. Lewis e George erano in testa ed in quasi tutte le condizioni eravamo lì”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Copertina © Getty Images

 

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.