A TCF1 AnalisiFormula 1News Formula 1

Ferrari pronta per la tappa F1 a Imola, i dettagli delle novità aerodinamiche e sotto pelle

Cresce l’attesa per la prima tappa europea della stagione 2024. Per Imola, infatti, la Ferrari ha preparato tantissime novità, quasi a valere come uno spartiacque per le sorti della stagione.

L’avvio di questa stagione è stato oltremodo incoraggiante per la Scuderia di Maranello. Nelle prime 6 tappe del calendario, la SF-24 ha dimostrato una capacità di adattamento nettamente superiore alla sua progenitrice. Tuttavia, nella velocità della Formula 1, chi rimane fermo rischia di scivolare indietro. Il tema è quello degli aggiornamenti, con Ferrari che ha preparato per Imola una vasta serie di novità aerodinamiche e non solo.

Ferrari novità Imola SF-24 aggiornamenti Vasseur Leclerc
Il cambiamento aerodinamico delle pance avrà risvolti importanti anche dal lato meccanico

Si fanno sempre più intense le giornate che precedono il weekend di Imola, dove la SF-24 si evolverà e passerà, come definito da tutti, alla sua versione 2.0. Un cambiamento che vedrà “sconvolti” i concetti aerodinamici della monoposto 2024, dagli inlet dei sidepods alle forme delle pance. A cambiare non sarà la sola veste aerodinamica del corpo vettura, ma anche molti altri elementi minori. Ovviamente minori a livello estetico, visto che ogni intervento, seppur piccolo, porta a diversi vantaggi in termini di lap time.

Proprio come definito da Andrea Stella nella nostra intervista, “ogni intervento può portare prestazione”. Sintomo che queste monoposto hanno un margine di sviluppo enorme, con le squadre che scoprono gara dopo gara le aree su cui intervenire. Traslando questo concetto sulla Ferrari, gli interventi dovranno colmare alcuni dei difetti emersi nelle varie tappe del 2024. Anche a Miami, la SF-24 ha avuto alcune difficoltà nel lento, specialmente nel turning e in piccola parte nelle fasi di trazione. Quest’ultimo aspetto non è strettamente vincolato al carico aerodinamico ma al lato meccanico dove la sospensione posteriore gioca un ruolo fondamentale.


Leggi anche: Pochi errori concessi alle F1, a Imola torna la ghiaia e arrivano nuovi cordoli – FOTO


Tuttavia, il setup del posteriore può risentire in modo pesante dal carico aerodinamico, con la sospensione che può assumere setup più morbidi a favore della trazione. Infatti, con un maggior livello di downforce, l’energia che ricevono le coperture è maggiore, con conseguenti vantaggi nel warm up e nelle prestazioni. Migliorando la trazione nel lento, che sarà importante in circuiti come Monaco, è necessario un anteriore più solido e direzionale. Su questo aspetto la Ferrari interverrà, come McLaren, negli attacchi delle sospensioni ai gruppi ruota, modificando alcuni degli attacchi caratteristici. La sospensione anteriore sarà poi oggetto di altre modifiche, con delle cover dei triangoli ridisegnate per guidare i nuovi flussi d’aria incidenti.

Ferrari novità Imola SF-24 aggiornamenti
La SF-24, come la MCL38, potrebbe avere nuovi attacchi sospensioni al mozzo ruota

Ma le novità della SF-24 non avranno solo un impatto visibile, con la Ferrari che quasi sicuramente interverrà sulla power unit 066/10. Dopo i primi 6 appuntamenti è giunto il momento di introdurre una nuova PU fresca e capace di estrarre il massimo potenziale prestazionale. Accoppiato alla nuova unità motrice potremmo trovare un intervento di ottimizzazione software della parte ibrida, ambito in cui la Ferrari può estrarre lap time. Nella tappa di Miami, Ferrari e Red Bull hanno raggiunto una condizione di quasi equilibrio, specialmente nelle fasi di allungo. La nuova PU, permetterà a Ferrari di iniziare la rotazione delle componenti per le tappe dove i cavalli vanno in secondo piano rispetto al telaio e all’aerodinamica.

Si prospetta dunque una gara di casa molto intensa per la Ferrari, dove non ci sarà spazio per errori, visto che McLaren e Red Bull sono in agguato. Proprio per questo, la SF-24 scenderà in pista domani e dopodomani con la SF-24 2.0 a Fiorano per accumulare quanti più dati possibili prima delle 3 ore di prove libere imolesi.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter