A TCFormula 1

Ferrari SF-24 EVO, eccola in pista a Fiorano prima del debutto a Imola

La Ferrari è scesa questa mattina in pista a Fiorano con la SF-24 EVO, le prove generali del pacchetto che debutterà a Imola.

Nelle recenti settimane, l’attesa per questo pacchetto è cresciuta tantissimo e con essa anche le aspettative per i possibili risultati. Dopo alcune settimane di rumors e conferme, la Ferrari è scesa in pista a Fiorano con la SF-24 EVO, per le ultime verifiche prima del GP di Imola.

SF-24 EVO Imola Fiorano Ferrari
La nuova SF-24 EVO in pista a Fiorano @Ana Mihajlovic per F1inGenerale

Le ultime notizie della SF-24 EVO parlavano di un cambiamento pesante a livello aerodinamico nella zona delle pance, specialmente nella zona degli inlet. Così è stato con la versione B della SF-24 che si presenta con una soluzione a vassoio rovesciato. Le somiglianze con la Red Bull ci sono, ma Ferrari ha dato una sua chiara impronta alla soluzione adottata. Leggermente più ampia in altezza e larghezza per poter alimentare al meglio i radiatori della power unit Ferrari senza compromettere l’affidabilità.


Leggi anche: Ferrari pronta per la tappa F1 a Imola, i dettagli delle novità aerodinamiche e sotto pelle


Questa soluzione ha permesso alla Ferrari di realizzare un sottosquadro molto più potente, con un flusso d’aria maggiore che corre sotto le pance della SF-24 EVO. Dalle foto non è facile capirlo, ma la SF-24 EVO ha unito la presa verticale con quella orizzontale, in una soluzione simile a quella Alpine e Mercedes. Le novità in questa zona non sono esaurite, infatti, nei profili aerodinamici attorno all’Halo è comparso un piccolo deflettore di microaerodinamica per correggere i flussi. Da queste foto non possiamo ben capire se le pance abbiano subito modifiche, ma Ferrari potrebbe aver ristretto verso il centro vettura la sezione inferiore delle pance. Una soluzione a vantaggio dell’efficienza aerodinamica e del flusso d’aria che scorre sotto di esse.

Diversi cambiamenti anche nella zona alta della vettura con modifiche al cofano e nello specifico alle feritoie di sfogo dell’aria calda. Per il momento ne troviamo una sola, con un’apertura più ampia e una forma che “replica idealmente” l’andamento di una presa NACA.

Il nuovo inlet dei sidepods con il labbro superiore avanzato e unito alla presa verticale – @Unknown

Articolo in elaborazione con nuove foto…

Crediti copertina: @Ana Mihajlovic per F1inGenerale

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter