Formula 1Interviste F1

F1 | Verstappen va a 3000: l’olandese entra a far parte di un club esclusivo post Suzuka

Grazie alla vittoria di Suzuka, Max Verstappen è entrato a far parte di uno speciale club condiviso con alcune leggende della Formula 1

Max Verstappen tocca quota 3000 giri al comando. Dopo aver dominato dall’inizio alla fine nel GP di Suzuka da poco trascorso ed aver centrato la vittoria numero 57 della carriera, il fuoriclasse olandese può aggiungere un ulteriore tassello al suo palmares, potendo vantare a soli 26 anni di aver già percorso ben 3009 giri da leader di un Gran Premio. 

gp giappone cronaca live fp3
Max Verstappen a Suzuka @ Red Bull Content Pool

Un’ulteriore testimonianza di uno stato di forma impressionante, misto ad una maturità di guida ormai da veterano che sta portando il numero 1 a riscrivere i libri di storia della classe regina molto rapidamente.

Solo altri tre piloti nell’arco delle rispettive carriere possono vantare di aver percorso più di 3000 giri in testa. Al terzo posto troviamo infatti Sebastian Vettel con ben 3501 giri, la maggior parte di essi arrivati nel periodo di dominio in Red Bull.

Prima dell’era Verstappen dei giorni nostri, infatti, l’ex campione tedesco fu il primo pilota a rendere grande la Red Bull, conquistando ben quattro titoli consecutivi dal 2010 al 2013.


Leggi anche: F1 | Hill consigliere di Mercedes: “Ecco perchè non è una buona scelta prendere Vettel”


Al secondo posto troviamo Michael Schumacher, e la quota giri al comando qui si alza drasticamente. Il sette volte campione del mondo è stato infatti il primo ad oltrepassare la soglia dei 5000 giri al comando tra Benetton, Ferrari e Mercedes, chiudendo la carriera con ben 5111 tornate da leader.

Il primo posto, ovviamente, è occupato da Lewis Hamilton, con l’alfiere Mercedes che ha percorso l’incredibile cifra di 5455 giri in testa. Il britannico deve ringraziare in larga parte il dominio delle frecce d’argento nell’era ibrida, oltre ai primi anni di carriera in McLaren che lo hanno portato a laurearsi campione del mondo a soli 23 anni.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter