Formula 1

Hamilton: “Più facile salire sul podio con la Mercedes che imparare l’italiano”

“Più facile salire sul podio con la Mercedes che imparare l’italiano”, queste le parole con cui Lewis Hamilton ha risposto oggi a Monaco alla nostra domanda in occasione dell’incontro con la stampa, tenutosi pomeriggio nell’hospitality Mercedes.

Abbiamo visto un pilota rilassato e disponibile, sempre pronto a rispondere ai tanti quesiti che i numerosi giornalisti presenti gli hanno posto. Ha sorriso alla nostra domanda, quando gli abbiamo chiesto se fosse più facile salire sul podio quest’anno o imparare l’italiano per l’inizio del 2025.

Lewis Hamilton in conferenza stampa a Monaco

Ebbene, forse a sorpresa, ci ha risposto che le difficoltà con la nostra lingua lo spaventano di più della competitività della sua vettura. “Rispetto agli ultimi due anni, la macchina è sicuramente migliorata. Non so come sarà questo weekend, ma sono fiducioso che si possa fare bene. Sicuramente più di quanto fatto nel 2022 e nel 2023”.


Leggi anche: F1 | Turrini: vi spiego l’operazione Hamilton, Newey in Ferrari? “Ha sempre evitato l’Italia per un motivo””


Non solo, Lewis ha poi sottolineato come “Questa vettura è molto più divertente da guidare e, in fondo, anche se non sono competitivo per la vittoria, per me rimane una grande sfida quella di migliorare il nostro pacchetto per tornare a lottare per le posizioni che contano. La finestra di utilizzo della macchina pare in netto progresso. Spero sarà così già da Monaco”.

Alla domanda su quale obiettivo darsi per la gara nel Principato, Lewis ha risposto così: “Montecarlo è un posto speciale, sin da quando guardavo le gare in televisione da ragazzino. Non so cosa potremmo aspettarci. I nostri rivali sono avanti, per noi sarà importante qualificarci bene e, in questo, io devo migliorare molto, visto che il mio compagno sta facendo meglio in questo inizio di stagione. Sono convinto che potremo fare una bella corsa”.


Insomma, Hamilton ha più fiducia negli uomini Mercedes che nelle sue doti di apprendimento delle lingue straniere. Anche se, come detto pochi giorni dopo l’annuncio di aver firmato con Ferrari, cercherà di imparare l’italiano. Tuttavia, al momento, considera più semplice il raggiungimento del podio con una Mercedes che ha davanti almeno tre scuderie. Troppo ottimista sulle capacità di recupero del suo team o troppo pessimista sulle sue qualità di apprendimento? Ancora qualche mese e sapremo.