Formula 1Interviste F1

F1 | Ricciardo è già sulla graticola: chiaro l’avvertimento di Helmut Marko

Helmut Marko non ha gradito le prime due uscite stagionali di Daniel Ricciardo, con l’australiano ora sotto pressione nel ‘duello’ con Sergio Perez per il sedile Red Bull in ottica 2025

Sono passate solamente due gare, ma in Red Bull si monitora costantemente il ‘duello’ a distanza tra Sergio Perez e Daniel Ricciardo, al momento i principali candidati a far coppia con Max Verstappen nella prossima stagione, salvo clamorosi colpi di scena sul caso Horner che potrebbe spingere l’olandese verso Mercedes.

Marko Ricciardo
Ricciardo è già sulla graticola: arriva il primo warning di Marko © Getty Images

Nonostante sia ancora troppo presto per trarre delle conclusioni, il verdetto dei primi due GP è inequivocabile: questo Ricciardo non può bastare per convincere i vertici di Milton Keynes a puntare su di lui in ottica 2025. 

Dello stesso avviso è anche Helmut Marko, colui che avrà la parola definitiva sul futuro compagno di squadra del tre volte campione del mondo, il quale, parlando del debutto dell’australiano nella neonata Racing Bulls in un’intervista concessa a speedweek.com, ha esortato Daniel ad alzare decisamente il livello.

“C’è molto in gioco in questa stagione sia per Yuki che per Daniel. Le qualifiche di Yuki sono state molto buone, mentre Ricciardo deve inventarsi qualcosa al più presto”.


Leggi anche: F1 | Ex McLaren critica fortemente la “ridicola” causa legale di Massa


“Almeno Tsunoda è molto bravo in qualifica. Poi riescono ad essere in zona punti nel primo stint, ma in seguito finiscono ancora più indietro. Bisogna capire se stanno sollecitando troppo le gomme o se ci sono altri motivi”.

Mettendo da parte la polemia in Bahrain tra i due piloti RB, Tsunoda è riuscito ad essere più efficace del compagno di squadra a Jeddah. Sul primo bilancio di Ricciardo pesa anche l’ingiustificato testacoda in gara, quando il numero 3 ha perso da solo la macchina in curva 1. 

Nel frattempo, Perez sembra aver iniziato la stagione con un piglio decisamente diverso rispetto al 2023, avendo conquistato un doppio secondo posto nelle prime due trasferte, contribuendo alla doppietta Red Bull sia in Bahrain che in Arabia Saudita. Un segnale chiaro quello lanciato dal messicano, che non ha intenzione di mollare il posto tanto facilmente.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter