Formula 1Interviste F1

F1 | Komatsu pessimista: Haas ripartirà dal fondo già in Bahrain?

Ayao Komatsu si aspetta una Haas che inizierà la stagione ancora dal fondo dello schieramento, dopo aver ammesso di essere in ritardo sul progetto 2024

Dopo un 2023 deludente sotto tutti i punti di vista, anche il 2024 di Haas non inizia sotto i migliori auspici. La scuderia americana, reduce dall’ultimo posto nel mondiale costruttori dello scorso anno, rischia di iniziare anche il prossimo campionato come ultima della classe, per stessa ammissione di Ayao Komatsu. Il neo Team Principal si aspetta infatti un inizio di 2024 ancora molto difficile, con il progetto VF24 nato in ritardo rispetto alla concorrenza.

Protesta appello haas contro risultati di austin team rivali andrea stella logan sargeant mclaren williams track limits
Komatsu si aspetta una Haas che inizierà il 2024 ancora dal fondo dello schieramento © Haas

La Haas riparte dall’ultimo posto anche nel 2024?

“Il 2024 sarà un periodo di transizione per noi, ma dobbiamo continuare a migliorare i risultati pur cambiando la squadra”, ha dichiarato Komatsu ai connazionali giapponesi di as-web.

”Non abbiamo intenzione di essere ottavi in futuro, ma siamo in un anno di ricostruzione. Manca meno di un mese ai test precampionato. Credo che, quando andremo in Bahrain, continueremo a stare in fondo alla griglia”.

Un pessimismo giustificato anche dai pessimi risultati del team guidato da Gene Haas nella scorsa stagione, con Nico Hulkenberg e Kevin Magnussen che hanno racimolato solamente 10 punti, chiudendo ultimi per distacco nei costruttori.

Proseguendo con l’intervista, Komatsu è tornato proprio sul difficile campionato scorso, con le differenze di vedute tra Steiner e Resta da una parte, e Gene Haas dall’altra, che hanno portato all’inevitabile rottura a fine stagione: “Credo che Gene stesse pensando alla seconda metà della scorsa stagione”.


Leggi anche: F1 | Mercedes, le rivelazioni di Rob Thomas sui primi disastrosi anni dopo il ritorno nel 2010


”Credeva che Haas potesse trovarsi nella zona centrale ed era fiducioso nelle capacità della squadra’ Si è sentito frustrato a poco a poco e, alla fine, imbarazzato nel vedere la squadra precipitare in ultima posizione nel Campionato Costruttori”.

”Sarà difficile per noi superare due squadre per i loro meriti. Dipenderà più da quello che faranno loro. Sia la Sauber che la Williams hanno budget e sistemi migliori dei nostri. Anche AlphaTauri è migliorata molto nel tratto finale del 2023 e ha rafforzato la sua alleanza con Red Bull. È possibile che non saremo in grado di competere”.

Dopo aver concluso ultima in due degli ultimi tre campionati, il rischio che il team reciti ancora il ruolo da cenerentola nella prossima stagione è concreto. Con anche l’addio di Resta, Komatsu dovrà essere bravo ad indirizzare lo sviluppo della VF-24 in modo efficiente, gestendo al meglio le poche risorse a disposizione e facendo remare tutti dalla stessa parte, cosa tutt’altro che scontata in casa Haas ultimamente.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter