Formula 1

F1 | Dal Giappone: un acquirente speciale interessato a rilevare Racing Bulls?

In attesa di capire se Red Bull deciderà di mettere in vendita Racing Bulls, dal Giappone emerge un’indiscrezione legata ad un potenziale acquirente speciale

Negli ultimi mesi si fa un gran parlare di quel che sarà il futuro di Racing Bulls in Formula 1. Diversi team principal, Zak Brown su tutti, si sono detti fortemente contrari all’alleanza tra Red Bull e la scuderia di Faenza, che da quest’anno ha stretto ancor di più i rapporti con la casa madre.

Steiner Racing Bulls
Steiner interessato ad acquisire Racing Bulls? © Crash.net

Se in passato il team di Milton Keynes ha utilizzato la sorella minore semplicemente come un progetto satellite per la crescita dei piloti del vivaio, da quest’anno Racing Bulls ha manifestato l’intenzione di voler sempre più rappresentare un’entità indipendente, seppur la VCARB01 abbia ereditato gran parte delle componenti che hanno reso la RB19 dello scorso anno la dominatrice incontrastata del mondiale.

“Sono preoccupato da questa alleanza AlphaTauri-Red Bull”, aveva esternato il britannico poche settimane fa. ”C’è un team A e un team B, ma la proprietà è la stessa e quindi il loro rapporto è su un livello diverso. Per noi è fonte di preoccupazione per la salute e la correttezza del nostro ambiente”.

”Cose del genere non sono permesse negli altri sport principali e mi piacerebbe che anche la F1 si concentrasse su questo aspetto. I regolamenti che dicono cosa è ammesso e cosa no devono essere cambiati, perché sono stati scritti in un periodo in cui non c’era il budget cap. La Formula 1 ha bisogno che in pista ci siano dieci costruttori indipendenti”.

Sulla questione è recentemente intervenuto anche Helmut Marko, che ha lasciato la porta aperta ad un’eventuale cessione del team faentino parlando ai microfoni di oe24: “Ci sono molti interessati, ma alla fine la decisione finale spetta agli azionisti. Il prezzo è alto per una scuderia, ma non è ancora stato deciso nulla“.


Leggi anche: F1 | Vasseur spiega “l’unico modo che abbiamo” per battere Red Bull e Verstappen


E se fosse proprio Gunther Steiner l’uomo a rilevare Racing Bulls, togliendo un peso importante dalle spalle degli austriaci? Secondo quanto riportato da autosport.web.jp, infatti, il manager di Merano ”avrebbe già trovato un investitore che vuole entrare in Formula 1″.

Sempre secondo il report, “Alcuni ritengono che la Red Bull stia investendo molto nella sua seconda squadra per arrivare sesta quest’anno, aumentare il prezzo e poi vendere”.

In caso di effettiva cessione, le condizioni poste da Red Bull includerebbero la fornitura della nuova power unit Red Bull-Ford dal 2026 al 2030, la gestione di un pilota junior Red Bull e la possibilità di continuare ad utilizzare la galleria del vento di Milton Keynes. 

“Ho trascorso così tanti anni in F1 che voglio fare di più che partecipare e segnare punti ogni tanto”, ha aveva commentato Steiner in seguito al turbolente addio ad Haas lo scorso Gennaio. ”Voglio competere davvero e cercare di vincere. Non tornerò solo per gestire una squadra se non avrò questa opportunità”.

L’italo americano, che ha intrapreso da poco una nuova avventura come opinionista televisivo, può vantare già un’importante trafila alla corte di Milton Keynes, avendo occupato il ruolo di technical operations director dal 2005 al 2008. Da capire se l’indiscrezione troverà ulteriori riscontri nelle prossime settimane o se arriverà una smentita dai diretti interessati.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter