Formula 1Formula 2Interviste F1

Bearman muove i primi passi in F1: a luglio ancora in pista con Haas

Dopo la conferma delle FP1 in Spagna, Oliver Bearman, pilota della Ferrari Driver Academy, non si ferma: già programmata la prossima sessione con Haas.

Alla vigilia del ritorno il F1, Oliver Bearman ha avuto modo di rispondere a qualche domanda dei giornalisti. In questa stagione il pilota inglese sta facendo decisamente più esperienza, guidando ben 3 monoposto diverse, e nella prossima stagione spera di arrivare in F1.

Oliver Bearman Ferrari Haas F1 F2
Oliver Bearman nel paddock di Barcellona – Foto F1inGenerale

“Mi sono ritrovato a guidare monoposto molto diverse tra loro e spesso lo stile di guida deve essere stravolto”, ha spiegato Bearman, rispondendo ai media accreditati tra i quali F1inGenerale.

Ovviamente saltando continuamente da una monoposto e l’altra è difficile trovare subito confidenza con la vettura. D’altra parte, è molto utile fare tanti giri su piste che non conosco o su cui non corro da tanti anni come Imola, ad esempio.”

Quali sono le differenze tra una F1 e F2?

Indubbiamente la velocità“, risponde sorridendo ai giornalisti. “Scherzi a parte, lo stile di guida è totalmente diverso e le differenze si notano soprattutto quando fai una sessione di FP1 in F1 e poi devi salire su una F2″.

“A me la guida di una Formula 1 viene più naturale. Capire come andare più veloce è decisamente più intuitivo. Se voglio spingere di più posso farlo e tendo a guadagnare di più sul cronometro. In F2 invece bisogna davvero rispettare l’auto, guidarla in modo consapevole”.

Le nuove monoposto di Formula 2: la scuola migliore per guidare le F1

La gavetta in Formula 2 sta risultando essere più dura del previsto. L’inglese, infatti, al momento si trova in tredicesima posizione nella classifica del campionato. “Quest’anno abbiamo avuto molte difficoltà a capire le nuove monoposto di F2. Poi è arrivata anche un po’ di sfortuna in Australia e a Imola”, ha spiegato il pilota FDA.

“Uno dei principali aspetti che rende difficile capire la monoposto sono le tempistiche delle categorie. In F2 non possiamo fare troppi giri per testare le monoposto: abbiamo un solo set di gomme per le Prove Libere e poi subito dobbiamo scendere in pista per la Qualifica”.

Le difficoltà in Formula 2, però, sono state fondamentali per far bene nella categoria regina del motorsport e i risultati ottenuti in Arabia Saudita lo dimostrano. “Non c’è molto tempo per prendere il ritmo e trovare il bilanciamento è sempre più difficile. Direi che è la migliore preparazione per la F1″, ha concluso Oliver Bearman.

Secondo quanto appreso da F1inGenerale, Bearman correrà ancora con la Haas nelle Prove Libere 1 del Gran Premio di casa a Silverstone.

“Silverstone sarà un weekend pazzo, questo è sicuro. Anche lo scorso anno è stato abbastanza impegnativo. Ma adesso, oltre al fatto che sto facendo delle sessioni in F1, ci sono molte più cose che succedono dietro le quinte, molte più apparizioni davanti ai fans e cose del genere. Sarà un weekend impegnativo, ma sono così in attesa della mia gara di casa”, ha concluso l’inglese.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.