Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Sainz sul trattamento ricevuto in Ferrari: “Ci sono sempre momenti di tensione, non posso lamentarmi”

Carlos Sainz ha parlato del trattamento ricevuto nei suoi quattro anni in Ferrari e del rapporto con il compagno di squadra Charles Leclerc

Stiamo ormai entrando nel vivo della settimana che porterà al GP di Spagna, gara di casa per Carlos Sainz, il quale spera ovviamente di fare bella figura davanti ai propri tifosi e di rifarsi dopo il disastroso weekend di Montreal. L’edizione 2024 del GP di Barcellona avrà un valore ancor più speciale per lo spagnolo, in quanto si tratterà dell’ultima gara di casa vestito di rosso, prima di separarsi con il cavallino a fine stagione, molto probabilmente direzione Williams.

Sainz Ferrari Leclerc
Carlos Sainz ha parlato del trattamento ricevuto in Ferrari e del rapporto con Leclerc © Ferrari

Un trattamento alla pari

Carlos ha ammesso di non aver accolto di buon grando la chiamata di Frederic Vasseur a inizio anno, nella quale gli è stato comunicato l’arrivo di Lewis Hamilton nel 2025, ma ha anche rivelato di aver accettato la notiiza con filosofia, onorando la causa fino alla fine.

Ospite della trasmissione El Hormiguero, Sainz ha avuto modo di riflettere sui suoi 4 anni in Ferrari e sul rapporto con il compagno di squadra Charles Leclerc: ”Se Ferrari ha trattato me e Charles allo stesso modo? Sì, sempre”.


Leggi anche: F1 | Sainz si espone: “Prenderò molto presto una decisione, ho varie offerte oltre a Williams”


”Onestamente, in questo senso, non posso lamentarmi del trattamento che ho ricevuto in Ferrari. In ogni squadra ci sono sempre momenti di tensione. Beh, si pensa sempre che avrebbero potuto darmi una mano qui. Avrei potuto comportarmi un po’ meglio, ma queste sono le corse. Si volta pagina e si dimentica tutto”.

”La verità è che, per esempio, io e il mio compagno di squadra siamo amici fuori dalla pista, andiamo molto d’accordo. Abbiamo un ottimo rapporto e formiamo un’ottima squadra”.

”Credo che se c’è qualcosa che ha funzionato e funziona alla Ferrari sono i due piloti. Andiamo molto d’accordo, vinciamo gare, saliamo sul podio e, soprattutto, lavoriamo insieme come una squadra”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter