Formula 1Interviste F1News Formula 1

Horner conferma: “Newey non ha più accesso ad alcun dato e non sta progettando parti”

Christian Horner ha confermato come Adrian Newey sia stato estromesso dalle mansioni quotidiane che era solito svolgere in ambito Formula 1

Si fa ancora fatica a crederci ma è tutto vero: Adrian Newey ha terminato la propria collaborazione con Red Bull, perlomeno in ambito Formula 1. Il tecnico britannico ha infatti ufficializzato l’addio alla scuderia di Milton Keynes pochi giorni fa, con l’azienda anglo-austriaca che continuerà però ad usufruire della sua esperienza fino all’Aprile 2025, mese in cui il progettista sarà a tutti gli effetti free agent e sarà libero di lavorare per un’altra squadra.

horner newey red bull redbull ferrari vasseur
Christian Horner e Adrian Newey © Getty Images

Nei prossimi dodici mesi, quindi, Newey si concentrerà unicamente sull’ultimare il progetto Hypercar RB17, con il prototipo che dovrebbe essere presentato entro fine 2024: “Adrian si sta concentrando sulla RB17”, ha affermato Christian Horner al termine del GP di Miami.

“Non ha partecipato a nessun briefing durante il fine settimana, a parte la strategia di gara. Non ha accesso a nessun dato, non sta progettando parti e la sua attenzione è ora rivolta alla RB17 fino alla scadenza del contratto.

Nonostante ciò, il manager di Leamington Spa ha confermato come la tappa di Miami non sarà l’ultima al muretto per il collega britannico: ”Da qui alla fine dell’anno parteciperà ad alcune gare, principalmente quelle in cui abbiamo clienti RB17”.


Leggi anche: Wolff liquida Mintzlaff: “Non so cosa voglia questo tizio, non ha alcuna rilevanza per me”


In attesa di capire quale sarà la prossima mossa di Newey, Craig Slater ha fornito un aggiornamento sulla questione, affermando come Ferrari sia ancora in pole e come il tecnico abbia rifiutato la corte di Aston Martin: “La Ferrari è il posto più probabile”.

”Ho parlato con una dozzina di persone che conoscono Adrian piuttosto bene e con persone legate alla Ferrari, e tutti pensano che ci sia una reale possibilità che ciò accada. Adrian, a quanto mi risulta, non ha però ancora deciso cosa fare”.

“Molte persone sanno dove non sta andando. 30 persone sono pronte a dirmi che non è Aston Martin, che non si adatta a lui”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter