Formula 1Interviste F1News Formula 1

Domenicali avverte: alcuni circuiti potrebbero dover far spazio a nuove locations

Con ben otto GP in scadenza nel 2025, Stefano Domenicali ha parlato del possibile ingresso di nuovi circuiti in futuro a discapito di alcuni eventi attualmente in calendario

Anche nella prossima stagione, così come in questo 2024, il circus circumnavigherà il globo per ben 24 volte, con Formula 1 e Liberty Media che sembrerebbero non voler oltrepassare tale soglia, ritenuta il compromesso ideale tra il giusto numero di GP e il non rendere il calendario troppo proibitivo per piloti e squadre. 

Domenicali circuiti calendario
Domenicali lancia l’allarme: alcuni circuiti potrebbero dover far spazio a nuove locations © Sam Bloxham

Con ben otto GP in scadenza nel 2025, Stefano Domenicali, intervenuto nella call con gli investitori nella presentazione dei risultati finanziati del primo trimestre, ha parlato del possibile ingresso di nuovi circuiti in futuro, con alcuni degli eventi attualmente in calendario che potrebbero inevitabilmente ritrovarsi a lasciar spazio a nuove locations. 

“L’interesse e la domanda per le nostre gare in tutto il mondo continuano ad essere enormi. Il nostro obiettivo è mantenere il giusto equilibrio strategico tra le opportunità di localizzazione, pur essendo consapevoli che un calendario di 24 gare sia il numero ottimale di eventi”.

“Quello che avete visto e che abbiamo visto accadere nel corso degli ultimi anni, grazie alla forte domanda dei nostri prodotti e agli standard che stiamo richiedendo e lavorando insieme ai nostri promotori, stiamo vedendo tutto aumentare in termini di qualità degli eventi, ovviamente dal punto di vista economico, ma sia per i promotori che per noi.

”La forte domanda che stiamo ricevendo dimostra che la strategia è quella giusta. L’altro punto è l’equilibrio tra i diversi continenti che richiedono i diversi gran premi”.


Leggi anche: L’Hypercar RB17 è finalmente realtà: quando e dove verrà presentata l’ultima creatura di Newey


“Direi che nei prossimi due anni mi aspetto di vedere e di annunciare anche alcune nuove sedi che potrebbero essere molto interessanti per far crescere il business della Formula 1”.

Negli ultimi tempi si è parlato molto di un possibile ritorno della Formula 1 a Kyalami, assente in calendario al 1993, con l’Africa che, insieme ovviamente all’Antartide, è l’unico continente non ancora coperto dalla classe regina. 

Attualmente, sono ben 8 i GP in scadenza nel 2025, tra cui le nostre Imola e Monza. Recentemente sono stati annunciati diversi rinnovi, con il Bahrain che si è assicurato uno slot fino al 2036, l’Australia fino al 2037.

Seguono Las Vegas e Losail fino al 2032, oltre ovviamente alla recente aggiunta di Madrid che ha siglato un accordo decennale fino al 2036. 

24 GP il limite massimo?

“Per molto tempo si è pensato che la crescita e la promozione sarebbero arrivate da gare incrementali”, ha aggiunto Greg Maffei, CEO di Liberty Media, riprendendo l’intervento di Domenicali.

“Siamo passati da 18 o giù di lì a questo livello di 24, che è quello in cui non prevediamo di crescere ulteriormente. Questo crea però una grande scarsità di incentivi, che ci permette di mettere i promotori l’uno contro l’altro, non per cercare di approfittarne, ma solo per la quantità di richieste che abbiamo, sia da parte dei tifosi che dei promotori, per ospitare un evento”.

“Siamo riusciti a trovare prezzi interessanti e buoni rialzi. Continuiamo a trovare nuove sedi e nuovi luoghi, data la quantità di domanda che abbiamo e date le opportunità che hanno visto perseguire da altri. Quindi, per ora, tutto procede bene per quanto riguarda la promozione. Penso che continui a essere un’area di crescita”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter