Formula 1Interviste F1

F1 | Marko identifica un fattore “critico” sulla Red Bull di Verstappen

Max Verstappen ha trionfato al GP di Imola per un soffio: Helmut Marko identifica un fattore davvero “critico” che gli è quasi costato la vittoria.

Helmut Marko ha parlato di un fattore “critico” sulla Red Bull che ha quasi compromesso la vittoria di Max Verstappen al GP di Imola. L’olandese ha tagliato il traguardo per primo, ma è arrivato alla meta per un soffio: a soli +7 decimi da Lando Norris, che lo avrebbe raggiunto se la gara fosse durata qualche altro giro.

Il pilota McLaren aveva guadagnato terreno nelle ultime fasi del Gran Premio, e la cosa ha preoccupato molto il tre volte campione del mondo. Marko, però, aveva più paura per un altro fattore sulla Red Bull di Verstappen.

Credits: Antonio Spina per F1InGenerale.com

Infatti, se ben ricordato, il pilota olandese aveva superato per ben tre volte i track limits, e doveva stare molto attento dato che al quarto avviso scatta la penalità di cinque secondi. Se ciò fosse avvenuto, Verstappen sarebbe scalato in seconda posizione e Norris avrebbe vinto la gara al suo posto.

“Max ha violato i track limits un paio di volte nella gara a Imola. C’è stato un ultimo avviso, e poi avrebbe avuto una penalità di cinque secondi”, ha scritto il consulente della Red Bull nella sua rubrica su Speedweek.

“Questo fattore è stato molto critico. Gli ultimi 10 o 15 giri sono stati i più difficili per lui; non poteva permettersi di fare altri errori.”

I problemi di Verstappen nel venerdì di Imola

Secondo Helmut Marko, Max Verstappen era obbligato a partire dalla pole position a Imola. Infatti, nel venerdì di prove libere, la RB20 dell’olandese non era perfetta, e lo stesso pilota non si sentiva a suo agio, lamentando diversi problemi.

Fortunatamente, i meccanici sono riusciti a mettere a punto la Red Bull di Verstappen per le qualifiche. “Forse sotto questo aspetto hanno lavorato troppo sulla velocità in qualifica e meno su quella in gara, ha evidenziato Marko. Tuttavia questo lavoro “era assolutamente necessario, perché se Verstappen non fosse riuscito a partire dalla pole a Imola, questa gara non sarebbe mai stata vinta.”

Crediti immagine di copertina: F1InGenerale.com

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.