A TCFormula 1Interviste F1

F1 – Profondo rosso Ferrari, Vasseur: “Potenziale non male, su Budapest e pacchetto Spagna…”

Nonostante un “potenziale non male”, a Silverstone è l’ennesimo horror Ferrari, ma Vasseur non molla e rilancia in vista dell’Ungheria.

La più inglese delle condizioni meteorologiche scompiglia le carte a Silverstone: la Ferrari di Fred Vasseur non riesce a trovare l’opportunità per risalire la china. Il team principal del Cavallino ha commentato la deludente corsa britannica.

f1 ferrari silverstone vasseur uk gran bretagna formula uno
Foto: F1inGenerale.com

Dopo il trionfale weekend di Monaco la pellicola stagionale della Ferrari si è trasformata in un autentico film horror. Tante le difficoltà riscontrate dal team italiano in Norhamptonshire sin dalle prime libere del venerdì.

Gli introppi con alcuni sviluppi sono evidenti ed il duro lavoro è l’unica via per uscire da questo cupo impasse. Nella domenica di Silverstone il meteo scombussola le strategie, Sainz non va oltre la quinta piazza e Leclerc è solo quattordicesimo.


Leggi anche: F1 | GP Silverstone – Risultati e sintesi gara: Hamilton torna re nella sua Gran Bretagna!


Il team principal Frédéric Vasseur ha commentato la gara britannica di Silverstone. “Strategia con Leclerc? A posteriori è sempre più facile fare valutazioni. Abbiamo dato le stesse informazioni ai due piloti, che tuttavia non erano nelle stesse condizioni. In quel frangente Carlos era a ridosso di Max ed era probabilmente anche più veloce di lui. Stava un po’ copiando la gara di Verstappen, per certi aspetti.”

Vasseur spiega la strategia con Leclerc a Silverstone

La corsa di Leclerc ha richiesto scelte nette e rischiose. Così Vasseur ha spiegato la strategia di Silverstone: “Charles invece ha passato il primo stint in larga parte dietro a Stroll. Era già dieci secondi dietro, questo ha spinto noi e Charles a prendere una decisione un po’ aggressiva. Al medesimo giro Hamilton e Russell erano usciti in curva 1-2, e pensavamo potesse funzionare. Non è andata così. È stata una questione di circostanze che ci hanno spinto a prendere quella scelta: se da inizio weekend fossimo stati in una posizione migliore non avremmo preso decisioni così aggressive.”

Vasseur, l’ammissione sul pacchetto Spagna

Al termine della corsa di Silverstone il team principal Vasseur ha aggiunto: “È vero che gli ultimi quattro gran premi sono stati difficili per noi per diversi motivi. In Canada abbaimo avuto problemi di affidabilità, poi il nuovo pacchetto in Spagna ci ha dato delle difficoltà. È stato difficile anche a Spielberg, nonostante le buone qualifiche con Charles. Questo weekend è stato lo stesso canovaccio e abbiamo dovuto comparare i pacchetti: purtroppo sabato mattina ha anche piovuto. Il potenziale non era però tanto male se guardiamo la gara di Carlos. Dopo 25 giri era a un decimo da Max.

Ottimismo per Budapest

Silverstone è una delle piste più aggressive sul lato del bouncing, che è il nostro maggior problema. Quindi penso che possiamo guardare a Budapest con un po’ più di ottimismo. Quale specifica porteremo in Ungheria? Lo decideremo nei prossimi giorni.”

“Siamo ancora secondi nel mondiale, siamo a 70 punti dalla Red Bull – e sono tanti – ma se ritroviamo l’abbrivio e la costanza della prima parte di stagione forse possiamo avvicinarci.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.