A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Ferrari, il bilancio di Vasseur sugli aggiornamenti di Barcellona

Frederic Vasseur ha fatto un bilancio sull’efficacia degli aggiornamenti introdotti da Ferrari sulla SF24 nel deludente weekend di Barcellona

Nonostante le grandi aspettative della vigilia, gli aggiornamenti introdotti da Ferrari nel weekend di Barcellona non sono comunque risultati sufficienti per lottare per la vittoria, e, dopo il doppio ritiro in Canada, la scuderia di Maranello si ritrova a osservare i rivali sul podio.

Vasseur aggiornamenti Barcellona
Ferrari, il bilancio di Vasseur sugli aggiornamenti di Barcellona © Motorsport Week

Esame rimandato in Austria

Mentre ci si aspettava una Red Bull (con Verstappen) e una McLaren (con Norris) molto competitiva, la delusione in casa Ferrari è ancor più accentuata nell’aver tagliato il traguardo anche alle spalle delle due Mercedes, seppur Charles Leclerc sia arrivato a un soffio dallo strappare la quarta posizione a George Russell all’ultimo giro.

Sviluppi quindi bocciati? No, secondo Frederic Vasseur. Parlando con i media, tra cui F1ingenerale, al termine della gara, il francese si è detto comunque soddisfatto dei progressi fatti, anche se il massimo potenziale del pacchetto sarà probabilmente visibile solamente tra qualche gara: “Per ora siamo soddisfatti dei numeri che abbiamo, ma dobbiamo anche considerare che tutti stanno migliorando”.

”Questo vuol dire che portare qualcosa di nuovo in macchina non si traduce conseguentemente in un passo in avanti, così come non avere aggiornamenti non vuol dire fare un passo indietro. Adesso tutti portano cose nuove, ognuno ogni due o tre gare”.

”La lista che arriva al venerdì mattina dalla FIA riguarda solo le componenti aerodinamiche, ma non dobbiamo dimenticare che non stiamo sviluppando solo l’aerodinamica. Alcune volte servono due o tre gare per estrarre il massimo dal pacchetto”.


Leggi anche: F1 | Ferrari solo quarta forza nel GP di Spagna: l’analisi di un amareggiato Vasseur


Il manager di Draveil ha poi rivolto lo sguardo alla prossima trasferta in Austria, dove Ferrari è attesa ad una risposta importante in pista, se l’obiettivo resta quello di lottare per il mondiale costruttori: “Forse ottimizzeremo meglio la vettura la prossima settimana in Austria”.

”L’anno scorso è stato di frequente così per tutti. Se analizziamo la performance nella gara in cui ogni squadra portava qualcosa, era la gara successiva che si riscontravano effettivi miglioramenti della prestazione”.

”Sarà così fino alla fine anche perché abbiamo una sorta di asintoto della performance. Tutti i pacchetti di sviluppo ora sono molto più piccoli rispetto a due anni fa”.

Con il risultato del Montmelò, Ferrari scivola a -60 nei costruttori nei confronti di Red Bull, con l’ennesima opaca performance di Sergio Perez che ha permesso al cavallino di limitare i danni. Si avvicina ancora McLaren, che grazie al secondo posto di Norris e al settimo di Piastri si ritrova ora a -33 dalla rossa. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.