A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Vasseur suona la carica: “Gli upgrades hanno funzionato, in Austria voglio vedere un cambio di passo”

Frederic Vasseur si aspetta una netta inversione di tendenza da parte di Ferrari in Austria dopo i deludenti weekend di Montreal e Barcellona

Dopo aver messo grande pressione alla Red Bull nel mondiale costruttori, e a Max Verstappen nel mondiale piloti nelle prime otto gare, Ferrari è uscita decisamente ridimensionata nelle ultime due trasferte di Montreal e Barcellona, avendo perso parecchio terreno non soltanto nei confronti della scuderia di Milton Keynes ma anche e soprattutto nei confronti di McLaren, con Lando Norris che sembra ora essere il rivale numero uno del fuoriclasse olandese.

Vasseur Ferrari Austria
Frederic Vasseur si aspetta un’inversione di tendenza da parte di Ferrari in Austria

Vietato sbagliare al Red Bull Ring

A ciò si sono aggiunte le scaramucce tra Charles Leclerc e Carlos Sainz, con il monegasco che ha accusato il compagno di squadra di non aver rispettato i dettami imposti nel briefing pre gara al Montmelò, e con lo spagnolo che non ha accettato di buon grado le lamentele, rispedendo immediatamente le accuse al mittente. 

In tutto ciò, gli aggiornamenti introdotti sulla SF24 proprio a Barcellona hanno sì contribuito ad aumentare il carico aerodinamico e l’efficienza complessiva della vettura, ma alcuni problemi di correlazione tra le simulazioni e la pista hanno impedito alla monoposto di esprimere il massimo potenziale. 

Archiviata la tappa spagnola, Frederic Vasseur ora si aspetta un’inversione di tendenza importante in Austria, pista storicamente amica al cavallino, e che vedrà il ritorno del format sprint: Gli upgrade introdotti nella scorsa gara hanno funzionato come da aspettative, ma abbiamo visto come i nostri rivali non stiano con le mani in mano e come, in questo momento, ci siano quattro squadre nello spazio di meno di tre decimi”.


Leggi anche: F1 | Marko svela a sorpresa: Ricciardo silurato e Lawson in RB nel 2025?


”Ora andiamo in Austria, una pista che si percorre in poco più di un minuto, sulla quale questi distacchi già risicati diventeranno ancora più sottili. Noi dobbiamo concentrarci molto su noi stessi, perché a Spielberg ogni dettaglio farà la differenza”.

”Sarà fondamentale anche il lavoro di preparazione fatto a Maranello dato che con il ritorno del formato Sprint avremo solo una sessione di prove libere prima di andare in qualifica”.

”Come squadra, piloti inclusi, dobbiamo fare uno step per essere certi di non lasciare alcuna opportunità per strada, sia quando si tratta del giro secco in qualifica, chiave con rivali così agguerriti e ravvicinati, sia a proposito dell’esecuzione della gara. In Austria voglio vedere un cambio di passo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.