Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Mercedes, Russell risponde alle provocazioni di Hamilton post qualifiche di Monaco

George Russell ha chiarito il mistero legato all’ala anteriore ricevuta nelle qualifiche del GP di Monaco a svantaggio di Lewis Hamilton

Ancora una volta, come ormai abitudine in questo primo terzo di campionato, Mercedes torna a casa da Monaco con un boccone amaro da mandar giù. Dopo aver già accusato un gap importante dai rivali diretti a Miami e a Imola, la situazione non è granché migliorata a Monaco, con George Russell che ha chiuso in quinta posizione, mentre Lewis Hamilton si è dovuto accontentare di tagliare il traguardo anche alle spalle di Max Verstappen, vera delusione del weekend monegasco.

Russell Hamilton GP Monaco
Mercedes, Russell chiarisce il giallo con Hamilton nel GP di Monaco © F1

Il sette volte campione del mondo ha poi alimentato un piccolo giallo nel paddock post qualifica, dichiarando: “Non so se sia un problema di assetto o qualcosa del genere, ma per qualche motivo le prestazioni vengono meno con la mia macchina”.

Per la settima volta su otto gran premi disputati, infatti, l’inglese si è posizionato alle spalle del compagno di squadra in qualifica: ”Ogni volta che arrivo alle qualifiche, so già che perderò un paio di decimi. Non prevedo di essere davanti a George in qualifica quest’anno”.

Commentando le criptiche parole del nativo di Stevenage, Russell ha voluto fare chiarezza sul mistero dell’ala anteriore: “Questo fine settimana c’era un’ala anteriore, e martedì abbiamo deciso di fare un lancio della monetina per vedere chi l’avrebbe avuta”.


Leggi anche: Pillole di F1 | I primi rumors sulla SF-25, Binotto in Aston Martin: il recap delle notizie di oggi


“Lewis ha detto di averla provata al simulatore e di essere contento che io la usassi questo fine settimana, perché non è un’operazione priva di rischi”.

“Se avessimo commesso un errore in qualifica e l’avessimo danneggiata, ovviamente l’ala anteriore non sarebbe stata più utilizzabile e saremmo dovuti ripartire dalla pit lane”.

”Sono stato felice di correre questo rischio. Ho pensato che fosse un regalo di compleanno in ritardo che mi ha fatto, dicendomi che potevo usarla”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.