Formula 1Interviste F1News Formula 1

Steiner vede Newey in Ferrari, ma il suo possibile ruolo resta un punto interrogativo

Gunther Steiner ha rivelato di essere rimasto parecchio sorpreso dalla scelta presa da Adrian Newey di lasciare Red Bull

Nonostante siano passati giorni dall’annuncio ufficiale, la notizia dell’addio di Adrian Newey alla Red Bull continua a fare molto rumore nel paddock. Si tratta a tutti gli effetti di un qualcosa di epocale, la fine di un’era gloriosa che ha portato la scuderia di Milton Keynes ad affermarsi come uno dei team più vincenti nella storia della Formula 1 in ”soli” vent’anni.

Steiner Newey
Steiner vede Newey in Ferrari, ma c’è incertezza sul ruolo che andrebbe a ricoprire © XBP Images

Steiner sorpreso dall’addio di Newey

Sono diverse le personalità nel paddock che si sono espresse sulla separazione tra il progettista inglese e Red Bull, in attesa di capire quale sarà il prossimo e probabilmente ultimo capitolo di una carriera leggendaria. 

Intervistato da RacingNews365, Gunther Steiner, che ha lavorato assieme a Newey dal 2006 al 2008, si è detto parecchio sorpreso nell’aver appreso della clamorosa notizia: “Quello che mi ha sorpreso è che possa andare a lavorare per un’altra squadra già l’anno prossimo. Credo che tutti noi siamo sorpresi da questo”.

Secondo l’ex team principal Haas, il vero impatto dell’addio di Newey si vedrà però solamente tra qualche anno: “La Red Bull avrà una buona macchina nel 2025 con o senza Adrian. Cambierà la macchina nel 2025 se si unirà a una squadra nel ’25? No. Ma è il 2026, questo è ciò che vedo sempre in Formula 1”.

“A breve termine, questo è ciò che vedo sempre in Formula 1, è scritto molto chiaramente ciò che sta accadendo e a medio e lungo termine. Si tratta di chi sarà al posto giusto tra due o tre anni. Questo è ciò che serve ora in Formula 1, con i suoi investimenti e le sue persone, perché tutto è a lungo termine”.

Suggestione Ferrari con Hamilton

Tra le tante voci che circolano negli ultimi giorni, sembrerebbe prendere sempre più piede l’opzione Ferrari per il nativo di Colchester, con quest’ultimo che avrebbe rifiutato le avances di Aston Martin nonostante l’offerta faraonica recapitatagli da Lawrence Stroll. 

Anche secondo Steiner, vedere Newey a Maranello non sarebbe utopia, considerando anche la scelta presa da Lewis Hamilton di accettare la corte del cavallino dopo anni di vani tentativi: “È un po’ come la vicenda di Lewis, che mi ha sorpreso, ma sono scioccato? No”.

“Adrian era lì da molto tempo, ed è solo una delle cose che sono successe all’inizio dell’anno. Non conosco i dettagli. Forse c’è stato qualche attrito. Ha semplicemente deciso: ‘‘voglio fare qualcos’altro prima di ritirarmi perché sono ancora bravo”.


Leggi anche: Non solo Verstappen, Mintzlaff chiarisce anche il futuro di Marko e Horner


Infine, parlando del possibile incarico che l’inglese ricoprirebbe in Ferrari, Steiner ha risposto con una certa ambiguità: “Al momento penso che si adatterebbe, ma non so in quale ruolo”.

”Non so se voglia lavorare tutto l’anno o se voglia solo dare idee e cose del genere, ma credo che Vasseur farebbe in modo di inserirlo. E poi, ovviamente, lavorare con Lewis sarebbe una cosa molto bella per entrambi”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter