Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Marko: “Rinnovo Perez? Volevamo riportare calma ma non ha funzionato”

Helmut Marko è tornato è tornato a parlare del rinnovo di Sergio Perez, reduce da un weekend da incubo nello scorso weekend in Canada.

Nonostante il rinnovo appena firmato, il primo weekend ”senza pressioni addosso” non ha portato a un esito particolarmente felice per Sergio Perez, escluso per la seconda volta consecutiva in Q1 dopo il disastro di Monaco, e ritirato in gara al giro 53 in seguito a un testacoda nelle retrovie.

Marko Perez
Helmut Marko è tornato è tornato a parlare del rinnovo di Sergio Perez © @F1bilgi via x

Perez, un rinnovo che fa discutere

Dopo un avvio di campionato promettente, il messicano sembra nuovamente star scivolando in una spirale di risultati negativi che, a differenza dello scorso anno, sta finendo per impattare in maniera significativa sulla classifica costruttori, con Red Bull marcata stretta da una Ferrari e una McLaren in grande spolvero. 

Sebbene il mercato abbia aperto a diverse opportunità negli ultimi mesi, con alcuni top drivers liberi (uno su tutti Carlos Sainz), la scuderia di Milton Keynes ha comunque deciso di affidarsi sull’esperienza del nativo di Guadalajara, in modo tale da riportare anche un po’ di serenità all’interno del team dopo le vicissitudini che hanno visto coinvolto Christian Horner e la famiglia Verstappen.

Parlando proprio del rinnovo del messicano nel consueteo appuntamento settimanale con i connazionali di oe24, Helmut Marko non si è detto preoccupato di quanto visto a Montreal: ”In realtà Checo non era obbligato a rispettare il contratto”.

”Abbiamo prolungato il suo contratto perché volevamo portare calma nella nostra squadra, cosa che purtroppo non ha funzionato. Ma ora Checo ha tre gare davanti a sé, su tre veri circuiti, e potrà dimostrare quanto vale”.


Leggi anche: F1 | Newey visita in gran segreto la nuova sede Aston Martin: c’è il sorpasso sulla Ferrari?


Pochi giorni fa, fa l’austriaco aveva inoltre indicato la coppia Norris-Piastri come la miglior line-up in griglia, indicando di fatto Perez come l’anello debole nel duo Red Bull.

A distanza di una settimana fa, l’80enne di Graz è tornato sulla questione: ”È così. Sono giovani e sono sempre molto vicini, soprattutto in qualifica. Entrambi miglioreranno, soprattutto Piastri”.

Archiviata la debacle in Canada, Perez dovrà rimettersi in carreggiata il più presto possibile, ora che il rinnovo non è più un problema: ”È davvero bello togliere di mezzo questa distrazione per la squadra e per me stesso, in modo da poterci concentrare unicamente sulla performance”.

”Credo che questa sia la cosa migliore per noi. È stata una trattativa molto semplice. Ovviamente, faccio parte della squadra già da qualche anno, quindi credo che quando si è già presenti, sia sempre molto più facile raggiungere un accordo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.