Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Todt difende Mick Schumacher: “È più forte di metà dei piloti attuali in Formula 1”

Jean Todt ha esaltato le qualità di guida di Mick Schumacher, esortandolo però a tirare fuori maggiore cattiveria agonistica

Arrivato in pompa magna in Haas nel 2021 dopo aver conquistato il titolo in F2, la carriera di Mick Schumacher non è mai realmente decollata come tutti speravano, con il tedesco fatto fuori da Gunther Steiner a fine 2022 non senza polemiche, con il manager di Merano che non si è mai risparmiato nelle critiche anche a distanza di tempo.

Mick Schumacher Todt
Jean Todt ha esaltato le qualità di guida di Mick Schumacher © ZUMAPRESS.com

Schumacher difeso da Todt

Il figlio del Kaiser ha pagato i tanti errori commessi e i tanti incidenti nelle sue 43 gare disputate in Formula 1 finora, con Mick che, nonostante siano passati oltre due anni dall’addio alla scuderia americana, non ha ancora abbandonato il sogno di tornare in classe regina: “La F1 è un sogno che ho da quando avevo cinque anni e non sono pronto a lasciarlo andare”, ha dichiarato in un’intervista a The Independent.

”Sono state montagne russe emotive e gli ultimi anni sono stati drenanti, ma mi sto riprendendo. Forse inizierò a scrivere il mio CV e lo invierò alle persone. Non è mai stato un segreto, il mio obiettivo è tornare sulla rete. Ho dimostrato in più modi di essere in grado di vincere dei campionati. Si tratta solo di incastrare il tutto negli impegni di qualcuno”.

“Ci sono molte cose che non si sono ancora viste, soprattutto dal punto di vista della guida. C’è ancora molto da mostrare da parte mia. Per quanto mi riguarda, sono davvero affamato. Devo solo continuare a mettermi in mostra nel WEC, mostrando a tutti quello che so fare. Poi la gente saprà cosa otterrà ingaggiandomi, e spero di poter dimostrare a tutti che hanno preso la decisione sbagliata di non tenermi”.

Dello stesso avviso è anche Jean Todt, che assieme al padre Michael ha monopolizzato la Formula 1 in Ferrari nei primi anni 2000, il quale ha sottolineato le ottime qualità di Mick in un’intervista concessa a Sport Bild: ‘Non so se Mick sia uno dei migliori piloti in circolazione, ma è più forte di metà dei piloti di Formula 1”.

Ciononostante, l’ex team principal del cavallino e presidente FIA ritiene che il tedesco debba mostrare maggiore cattiveria agonistica: ”Forse Mick è troppo gentile. In Formula 1 bisogna tirare fuori i gomiti”.


Leggi anche: F1 | Perez entra nei dettagli del rinnovo: “Non credo di aver firmato il mio ultimo contratto”


“Molti pensano che il suo cognome sia un vantaggio, ma in realtà è diventato uno svantaggio. Le aspettative nei suoi confronti erano irragionevoli e la macchina non era competitiva. Non è mai stato in grado di mettere in mostra il suo potenziale”.

”La pressione alla quale è stato sottoposto è stata ingiusta. E so, perché sono stato anche io team principal, che le prestazioni di un pilota ne risentono immediatamente se non si sente a suo agio”.

Facendo già parte della famiglia Alpine nel WEC, Schumacher resta uno dei papabili candidati a prendere il sedile di Esteban Ocon nel 2025, avendo ufficializzato l’addio poche settimane fa in seguito al disastro di Monaco, anche se il tedesco, almeno per ora, non sembrerebbe in cima alla lista dei desideri della scuderia francese.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter