Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Sainz desolato post qualifiche: “La specifica di Imola? Non ci ha dato extra performance”

Le parole di Carlos Sainz al termine delle qualifiche del GP di Silverstone, con il madrileno che scatterà dalla settima posizione in gara

È una Ferrari che esce tramortita dalle qualifiche di Silverstone e con tanti, troppi punti interrogativi ai quali dover dare presto risposta. Una settima e un’undicesima posizione non possono essere risultati soddisfacenti per una scuderia che, non più tardi di un mese fa, trionfava a Monaco sulle ali dell’entusiasmo e con una SF-24 che sembrava rispondere alla grande alle novità.

Sainz qualifiche GP Silverstone
Le parole di Carlos Sainz al termine delle qualifiche del GP di Silverstone © Ferrari

Ferrari affonda anche con la vecchia specifica

Tutto ciò è venuto a mancare dal Canada in poi, con gli uomini di Maranello addirittura costretti a prendere una decisione drastica e a fare un passo indietro nelle FP3, tornando alla specifica pre Barcellona con entrambe le vetture, a ulteriore conferma di una monoposto che sembra aver smarrito la direzione di sviluppo.

”La specifica di Imola? Non ci ha dato alcuna prestazione in più”, ha commentato un desolato Sainz al termine delle qualifiche. ”Ci ha solo dato un po’ più di consistenza nell’alta velocità, dato che abbiamo un po’ meno rimbalzi su quel fondo e dobbiamo rendere la macchina il più consistente o prevedibile possibile alle alte velocità’. Non siamo andati avanti o indietro, abbiamo solo reso la macchina più consistente”.

Lo spagnolo non crede che in condizioni di bagnato Ferrari possa fare la differenza domani: ”In questo momento credo che siamo più o meno uguali sia sul bagnato che sull’asciutto. Questo è un altro anno in cui abbiamo già avuto un po’ di bouncing. Quindi sì, abbiamo ancora un punto debole nella macchina”.


Leggi anche: F1 | Leclerc fuori in Q2 a Silverstone: “McLaren, Mercedes e Red Bull davanti, avevo pochissimo grip”


E sulla direzione di sviluppo: ”Penso che la direzione sia chiara, è da capire se siamo in grado di farla funzionare nel  modo corretto e di darci ciò di cui abbiamo bisogno. Il team è capace di farlo. Lo abbiamo dimostrato l’anno scorso, ma abbiamo sviluppato molto bene durante l’anno”.

‘Lo abbiamo dimostrato ancora una volta durante l’inverno. Abbiamo reso questa macchina chiaramente più consistente e migliore, ma sicuramente i passi recenti non sono stati quelli che ci aspettavamo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.