Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Alpine e i rumors sul team in vendita: brutale la risposta del CEO De Meo

Luca De Meo, CEO del gruppo Renault, ha risposto ai recenti rumors secondo i quali Il team Alpine Formula 1 sarebbe in vendita

Nonostante un avvio di campionato terribile e una A524 lontana anni luce a livello di performance dagli inseguitori, Renault non ha comunque intenzione di disfarsi del progetto Alpine, ritenuto dal CEO Luca De Meo un asset e una vetrina fondamentale per lo sviluppo del brand francese in tutto il mondo.

De Meo Alpine
Alpine in vendita: brutale la risposta del CEO De Meo © Renault Group

Nessuna intenzione di vendere

Nelle ultime settimane si è parlato molto di una possibile cessione del team di Formula 1, con Andretti potenzialmente interessato a rilevare la squadra in modo tale da avere accesso libero in griglia in ottica 2026.

Parlando in un’intervista concessa ad Autocar Magazine, De Meo è stato categorico nel rispondere ai recenti rumors: “Voglio che sia molto chiaro: non ci arrenderemo in nessun modo”. 

“Non è il mio stile. Non venderemo nemmeno una parte di questo progetto. Non abbiamo bisogno di soldi. C’è gente che fa offerte a destra e a manca, e poi ne parla la stampa. Non siamo interessati. Sarebbe stupido e non lo farò”.

Dopo aver dominato nei primi anni ’10 insieme a Red Bull, l’inizio dell’era ibrida ha messo a durissima prova la Power Unit francese, con Alpine che ancora oggi paga un deficit di potenza importante rispetto agli altri costruttori: “Quando abbiamo iniziato l’era ibrida, il nostro motore non ha funzionato”, ha aggiunto De Meo.

”Siamo stati campioni del mondo con la Red Bull, ma con l’ibrido le cose sono andate male. Anche il motore che abbiamo sviluppato nel 2021 aveva uno svantaggio di due o cinque decimi a giro. Quest’anno abbiamo sbagliato con la macchina. Se si combina tutto, siamo a un secondo e mezzo da dove dovremmo essere”.


Leggi anche: F1 | Villenueve, che stoccata a Perez sul rinnovo con Red Bull


Ciononostante, De Meo ha individuato tre aspetto chiave sui quali il team deve fare affidamento: “Il primo è un team di qualità, composto da persone di alto livello. Il secondo è la passione per le corse, l’ossessione per la vittoria. Il terzo è la collaborazione e la fiducia in tutto il team, uno spirito di cooperazione che fa sembrare le cose più facili”.

“Alpine dovrebbe essere una delle squadre con le spalle più larghe, perché ha il sostegno del Gruppo Renault. Non credo che attualmente meritiamo di essere un top team, ma non siamo in Formula 1 per fare i turisti, quindi dobbiamo lavorare sodo”.

“Certo, abbiamo commesso degli errori. Può capitare, ma credo che abbiamo fatto bene a mettere la F1 al centro di Alpine e a dipingere la vettura di blu per rappresentare una cultura automobilistica distintiva. Questo marchio è del tutto legittimo perché è sempre stato in competizione. Può fare però molto meglio e non voglio perdere questa opportunità”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.