A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

“Non era un giro perfetto”, Leclerc racconta rischi e timori a Monaco

Pole a Monaco con un giro “non perfetto”, Charles Leclerc rimane sull’attenti dopo una qualifica tra rischi, timori e problemi al motore.

A Monaco la pole position è sua: Charles Leclerc scatterà davanti a tutti a casa propria. L’entusiasmo c’è ma è limitato per il monegasco, che cerca di ricordare gli insegnamenti del passato.

f1 ferrari monaco leclerc pole problemi motore quali qualifiche
Foto: Ferrari

Visto il passato so però che le qualifiche anche qui non sono tutto. Ma ora siamo un team più forte e siamo in una posizione più forte e possiamo fare grandi cose domani. L’obiettivo è naturalmente la vittoria“, ha rivelato in parco chiuso Charles Leclerc.

Poi, ai microfoni Sky Italia, il monegasco della Ferrari ha proseguito: “La pole a Monaco vuol dire tanto, non solo per la domenica. Dobbiamo fare ancora tanto per questa vittoria. La pole qui vale tanto per la concentrazione ed i rischi che devi prendere per farla. E anche perché essendo stati in testa tutte le sessioni e tutti si aspettavano la pole da noi: se non avessi fatto la pole oggi sarei stato un ****”, ha ammesso sorridendo Charles.

“C’era tanta tensione. In più abbiamo dovuto cambiare all’ultimo il motore. Non sapevamo se il cambio potesse essere fatto in tempo, ma dovevamo farlo. Tutto questo ha fatto sì che non arrivassimo troppo tranquilli in qualifica.”

In Q1 eravamo completamente fuori fase con gli altri, nel Q2 abbiamo ritrovato passo e nel Q3 abbiamo messo tutto insieme, ha spiegato Leclerc. Poi l’analisi del giro pole: “Non è stato un giro perfetto. L’unico giro davvero al limite era stato il secondo tentativo nel 2022, quel giro che non ho mai concluso.”

“Abbiamo fatto un grande lavoro in Q3. Monaco per me è come Monza o Imola, emotivamente c’è un valore aggiunto. Questa è la gara che sin da piccolo mi ha fatto sognare di diventare un pilota di F1 e della Ferrari. Farò di tutto per vincere, ma ora dobbiamo concentrarci per preparare al meglio la gara.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter