Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Minardi non ha dubbi: “Il campionato di Mercedes partirà a Imola”

Nonostante il difficile inizio di stagione, Giancarlo Minardi ritiene che Mercedes possa tornare a fare la voce grossa nel GP di Imola

Sebbene le aspettative su Mercedes alla vigilia del campionato fossero ben più alte, i primi sei GP della stagione hanno sancito, almeno per ora, il netto fallimento del progetto W15. Una monoposto profondamente rivista rispetto alla vettura che ha concluso il mondiale costruttori al secondo posto nel 2023, ma che quest’anno ha dimostrato di non riuscire a reggere il passo di Red Bull, Ferrari e la stessa McLaren, reduce dalla fantastica vittoria di Miami con Lando Norris.

Minardi Mercedes GP Imola
Minardi scommette sulla rinascita Mercedes nel GP di Imola © Mercedes

Soltanto in Florida, forse, si son visti i primi sprazzi del potenziale di una vettura che, a tratti, ha mostrato anche di poter affacciarsi in zona podio e di poter dare del filo da torcere.

È stato il caso ad esempio nell’ultima tappa in Florida, con Lewis Hamilton che è riuscito a mantenere il passo di Sergio Perez per buona parte della distanza di gara, seppur il sesto posto finale non è e non può comunque essere considerato un risultato soddisfacente per una scuderia che ha letteralmente monopolizzato l’era ibrida negli ultimi 10 anni.

Eppure, nonostante il difficile avvio di campionato, Giancarlo Minardi ritiene la scuderia di Brackley possa tornare a dire la propria nel prossimo weekend a Imola:‘Tra quindici giorni, a Imola, l’altro team molto atteso è certamente la Mercedes”.

”Da quanto si apprende, il loro campionato dovrebbe partire proprio dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Col sesto posto, nonostante una vettura non di alto livello, ha dimostrato di non aver vinto 7 titoli per caso, vedendo cara la pelle”.


Leggi anche: L’Hypercar RB17 è finalmente realtà: quando e dove verrà presentata l’ultima creatura di Newey


”Il risultato di questa gara apre a grandi scenari in ottica Imola, con una lotta per la vittoria aperta a due o tre squadre. Miami ci ha consegnato un importante compattamento delle prestazioni”.

Oltre a Mercedes, l’altro team sul quale i riflettori saranno puntati è ovviamente Ferrari, non solo in quanto padrona di casa ma anche per il primo grande pacchetto di aggiornamenti che i tecnici di Maranello introdurranno sulla SF24, che sulla carta dovrebbe far compiere alla monoposto un salto prestazionale simile a quello visto sulla MCL-38 a Miami pochi giorni fa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter