Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | McLaren, Piastri denuncia una criticità sulla MCL-38 nonostante gli aggiornamenti

Nonostante il grande salto prestazionale fatto da McLaren grazie agli aggiornamenti di Miami, Oscar Piastri ha sottolineato un punto ancora carente sulla MCL-38

Dopo un avvio di campionato leggermente al di sotto delle aspettative nelle prime cinque gare, McLaren ha cambiato decisamente passo da Miami in poi, grazie anche al corposo pacchetto di aggiornamenti che ha stravolto l’architettura della MCL-38, e ha permesso a Lando Norris di ottenere la prima vittoria della carriera, sfiorando anche il bis a Imola.

McLaren Piastri aggiornamenti MCL-38
McLaren, Piastri denuncia una criticità sulla MCL-38 nonostante gli aggiornamenti © PlanetF1

McLaren, ancora del margine da rifinire

Il pilota britannico era stato l’unico a ricevere il pacchetto completo in Florida, con Oscar Piastri che aveva invece ricevuto soltanto la metà degli sviluppi in un’ottica di comparazione diretta in pista tra specifica vecchia e nuova.

Anche l’australiano ha però ricevuto tutte le nuove componenti nel weekend appena trascorso a Imola, e i risultati si sono visti, avendo mancato la pole position per soli 74 millesimi. Il numero 81, alla sua seconda stagione in Formula 1, si è trovato poi bloccato alle spalle di Carlos Sainz per tutto il primo stint, tagliando comunque il traguardo in una ottima quarta posizione.

Interpellato sul feeling avuto a Imola con la MCL-38 2.0, Piastri ha risposto: ”Non mi sembra molto diverso, solo più veloce. Sicuramente la macchina è un po’ più bella da guidare. Ma credo che ogni volta che la macchina è più veloce, è sempre un po’ più bella da guidare”.

Ciononostante, l’australiano ha denunciato una criticità, con la monoposto che ora sembra adattarsi meglio alle curve a bassa velocità e a far leggermente più fatica nel veloce, a differenza di quanto visto nel recente passato:‘Stiamo sicuramente lavorando su alcune delle cose che stavamo cercando di fare”.

”I nostri punti di forza e di debolezza sembrano essere un po’ diversi. L’alta velocità non è più forte come una volta, ma la bassa velocità è molto più forte di prima. Credo che abbiamo capito la maggior parte dei motivi. Penso che ora possiamo essere abbastanza fiduciosi ovunque andiamo”.


Leggi anche: F1 | Vettel, da Imola l’aggiornamento sul possibile ritorno in Formula 1


”Il bilanciamento è un po’ più piacevole. Credo che con questi regolamenti e questi pneumatici si possa avere solo una certa quantità di equilibrio. Se chiedete a tutti, probabilmente hanno un equilibrio simile. Solo alcune aree sono un po’ più esacerbate di altre”.

Nonostante ciò, Oscar si è detto comunque molto soddisfatto dei progressi fatti: “Mi sembra che stiamo facendo dei miglioramenti e, soprattutto, stiamo rendendo la macchina più veloce, e quando la macchina è più veloce, soprattutto in assetto da gara, ti rende la vita molto più facile.

”Credo che questo sia un segnale molto incoraggiante. L’anno scorso ci siamo avvicinati sul giro secco, ma abbiamo faticato un po’ di più in gara. Quest’anno siamo altrettanto forti in gara, se non addirittura più forti, il che è davvero incoraggiante”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.