Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | McLaren, ora Norris crede nel titolo costruttori contro Red Bull

Lando Norris ha fissato l’obiettivo in vista del GP di Monaco e parlato delle possibilità di successo nel mondiale costruttori contro Red Bull

Mancano ormai meno di 24h all’inizio dell’attività in pista a Monaco, con i piloti che saranno impegnati nelle prime due sessioni di prove libere, meteo ovviamente permettendo. Le squadre sono ovviamente consapevoli dell’importanza che storicamente la qualifica assume nel principato, in un circuito dove sorpassare è pressoché impossibile a meno di prendere rischi.

Norris costruttori Red Bull
McLaren, ora Norris crede nel titolo costruttori contro Red Bull © McLaren via X

Lo sa bene anche Lando Norris, con McLaren che ha dimostrato, da Miami in poi, di poter competere per la vittoria e anche di essere superiore a Red Bull, come emerso nello scorso appuntamento di Imola.

Con la vittoria sfumata per un pelo, il britannico spera di rifarsi ora tra le stradine del principato, che sulla carta dovrebbe esaltare le caratteristiche della MCL-38: “Mi piacerebbe molto, ma voglio vincere tutte le gare, non solo Monaco”.

”Siamo concentrati. Naturalmente la motivazione e l’energia della squadra sono molto alte, perché ultimamente abbiamo ottenuto ottimi risultati. Se continuiamo così, c’è sempre una possibilità”.

Parlando invece delle aspettative alla vigilia del weekend, Lando ha risposto: “Non ne ho idea. È una pista talmente diversa da quelle che abbiamo avuto in tutta la stagione, che nessuno può dire se saremo i migliori o meno”.

“Penso che abbiamo una macchina competitiva e all’altezza, in grado di lottare con Red Bull e Ferrari come abbiamo dimostrato negli ultimi weekend. Ma a Monaco può succedere di tutto, quindi stiamo tenendo la testa bassa come al solito. Lavoriamo il più possibile e questo è tutto ciò che chiedo”.

Titolo costruttori possibile?

Parlando infine delle possibilità per McLaren di puntare al titolo costruttori, Norris si è detto abbastanza fiducioso, considerando la costanza di rendimento anche del compagno Oscar Piastri: “Credo che, insieme alla Ferrari, siamo probabilmente la squadra che ha due macchine che si comportano bene in ogni singola sessione, in ogni singola qualifica e in ogni gara”.

“Se si guarda a molte altre line-up, non è così: c’è uno che fa un giro eccezionale e fa una buona gara e l’altro che non fa altrettanto”.

“Uno dei nostri punti di forza è che abbiamo sempre avuto due macchine lassù e al momento possiamo lottare bene con la Ferrari. Quindi, se continuiamo a fare così, allora sì, sicuramente possiamo rimanere in gioco”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.