Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Alpine, le prime parole di Briatore come nuovo consulente esecutivo

Presente nel paddock durante il weekend di Barcellona, Flavio Briatore ha rilasciato le prime parole come nuovo consulente esecutivo di Alpine

A quindici anni dall’addio forzato alla Formula 1 in seguito alla decisione ratificata dal consiglio mondiale FIA legata allo scandalo crashgate di Singapore 2008, Flavio Briatore è ufficialmente tornato in classe regina. Il manager di Verzuolo ripartirà proprio dalla scuderia che aveva lasciato nel 2009 e con la quale aveva portato a casa due titolimondiali, seppur non nel ruolo di Team Principal bensì come consulente esecutivo del team Alpine.

Briatore consulente esecutivo Alpine
Alpine, le prime parole di Briatore come nuovo consulente esecutivo © Motorport

Una mossa voluta fortemente dal CEO del gruppo Renault Luca De Meo, nel tentativo di riportare in carreggiata una squadra ormai allo sbando dopo i molteplici addii susseguitisi negli ultimi dodici mesi, non ultimo quello di Esteban Ocon, che lascerà il team a fine stagione.

Presente nel paddock di Barcellona, Briatore ha rilasciato le prime parole pubbliche dopo la nuova nomina ai microfoni di Sky Sport: ”Mi son trovato molto bene. Credo che abbiamo le stesse visioni su quello che bisogna fare in Alpine”.

”Io sono suo advisor, per cui l’unica cosa che posso fare è cercare di valutare, vedere eccetera, e con tutto il gruppo fare in modo che questo team diventi competitivo com’era e come si merita”.

Parlando invece di ciò che serve ad Alpine per ritornare ai fasti del passato, l’ex Renault ha risposto: ”Serve tutto. Serve recuperare il tempo perso, la performance, però non c’è la bacchetta magica. Lavoreremo al management che c’è attualmente”.

”Ho bisogno di qualche giorno per capire qual è la formula e dove poter agire. Io sono sempre stato uno che bada alla performance. Tutto il resto non esiste e faremo così anche stavolta”.


Leggi anche: F1 | E-mail anonime e accuse di sabotaggio a Hamilton: durissima la replica di Wolff


E per quanto concerne gli obiettivi da raggiungere: ”Ho tanti obiettivi, a breve, medio e lungo termine. La cosa vera è rimettere la macchina a posto e in condizioni di essere competitiva. Poi sui piloti abbiamo Gasly, che è molto bravo, e vediamo. Non è la mia priorità quest’anno. Il prossimo anno sarà diverso”.

Infine, commentando le voci che vedrebbero Alpine separarsi da Renault e diventare team cliente a partire dal 2026, Briatore non ha voluto esporsi troppo: ”Noi stiamo cercando di valutare tutte le opportunità per essere competitivi. In questo momento non c’è nessuna trattativa. Stiamo valutando, stiamo vedendo. Quando avremo preso delle decisioni ve lo diremo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.