Formula 1Interviste F1News Formula 1

Red Bull, che succede? Verstappen: “Macchina tremenda, guidatela voi”

A Monaco la Red Bull non va proprio: Verstappen analizza le qualifiche in apnea in una macchina “tremenda da guidare”.

Non è più la Red Bull impeccabile dovunque e in ogni condizione: a Monaco la vettura anglo-austriaca fatica e Verstappen non nasconde le difficoltà affrontate.

f1 verstappen monaco redbull red bull quali qualifiche montecarlo gp ferrari leclerc
Foto: Mark Thompson/Getty Images

“Si tratta del tuo primo errore quest’anno?”, chiede la giornalista Mara Sangiorgio al campione in carica Max Verstappen. L’olandese, abituato a mostrare nervi di ghiaccio ed una frequenza d’errore quasi nulla, non accetta il punto di vista e replica ammettendo alcune grandi difficoltà.

“Il mio primo errore? Non direi!”, spiega Verstappen. “Vorrei invitare chiunque in questo paddock a guidare quella macchina cercando di andare più veloce di me!”, prosegue con stizza.


 

Leggi anche: Verstappen flirta col muro: sbaglia a Monaco e conferma le difficoltà Red Bull


Le qualifiche del Gran Premio di Monaco incastrano il pilota di Hasselt in una posizione complicata. Max partirà sesto sulla griglia di partenza, da una piazzola che – a Montecarlo – permette pochi miracoli. La macchina non si sposa con il tracciato del Principato: “È tremenda. Io sto spingendo al limite, ma la macchina davvero è stata tremenda da guidare.”

Ho commesso un errore in curva 1, questo è certo, ma avrei anche potuto essere molto più indietro”, continua Max facendosi le proprie ragioni. “Sono sul limite da tutto il weekend, cerco di fare il miglior tempo possibile, ma semplicemente non è possibile fare di più.”

Siamo dietro questo weekend. A Imola siamo riusciti a ribaltare la situazione in modo incredibile, mentre qui semplicemente la vettura non funziona. Dobbiamo accettarlo. Poi una parentesi sul gran premio della domenica. Che atteggiamento assumerà l’olandese della Red Bull? “Se prenderò rischi in gara? Cercherò di fare il meglio che posso. Non devo fare cose stupide, ma se ci saranno opportunità cercheremo di coglierle, anche se qui non ce ne sono un granché”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.