A TCInterviste F1News Formula 1

F1 | GP Austria, Ferrari sul podio ma i dubbi restano: il verdetto di Vasseur a fine gara

Carlos Sainz riesce a salire sul podio nel GP d’Austria grazie al contatto tra Norris e Verstappen, mentre Leclerc chiude fuori dai punti: l’analisi di Frederic Vasseur a fine gara

Dopo un weekend sprint parecchio complicato, Ferrari riesce a portare a casa perlomeno un podio nel GP d’Austria, con Carlos Sainz che ha sfruttato la lotta fratricida tra Lando Norris e Max Verstappen per salire sul terzo gradino del podio, seppur concedendo la seconda posizione a Oscar Piastri sul finale. 

Vasseur GP Austria
Ferrari sul podio ma i dubbi restano: Vasseur analizza il GP d’Austria

GP Austria, l’analisi di Vasseur

Sfortunatissimo invece Charles Leclerc, rimasto imbottigliato nel traffico in partenza, e costretto a sostituire l’ala anteriore in seguito a un contatto in curva 1 con Oscar Piastri. Il monegasco è riuscito poi a rimontare fino all’undicesima posizione, ma concludendo a circa cinque secondi dalla decima posizione, acciuffata da un ottimo Pierre Gasly.

Intervistato da Sky Sport a fine gara, Frederic Vasseur ha fatto un bilancio della performance Ferrari nel weekend austriaco: È un po’ un feeling contrastante, perché alla fine è un buon risultato salire sul podio. Nel complesso, per quello che riguarda la classifica, non è un brutto weekend”.

”Ora abbiamo un po’ di frustrazione però, perché credo che nel corso del weekend eravamo nella posizione di fare un lavoro migliore di avere un risultato migliore. Abbiamo avuto quel problema con Charles nelle shootout e poi nelle qualifiche di ieri potevamo fare un lavoro migliore. Però nel complesso è stato un buon risultato per il team quest’oggi”.

Nessun ritorno al passato

Nonostante gli aggiornamenti introdotti in Spagna abbiano provocato più di qualche grattacapo ai tecnici nel trovare il giusto bilanciamento sulla SF24, il francese non intende assolutamente fare un passo indietro: ”Dobbiamo essere ambiziosi e guardare avanti. Dobbiamo cercare di sviluppare quello che abbiamo, facendo però un lavoro migliore rispetto a questo weekend, ovviamente”.

”È vero che abbiamo fatto un bel passo avanti questo weekend, tra venerdì e sabato, però non è sufficiente. Dobbiamo continuare a sviluppare e a spingere in modo da avere entrambe le macchine a lottare per i punti”. Sarebbe stato un weekend molto migliore con le due macchine davanti”.

Verso Silverstone e oltre

Il circus si appresta ora a fare tappa a Silverstone, altro crocevia fondamentale per la stagione del cavallino, e che vedrà l’introduzione della restante parte degli aggiornamenti di Barcellona: ”Dobbiamo migliorare e dobbiamo concentrarci sul futuro, e sviluppare dal punto che abbiamo raggiunto oggi. L‘ultimo pacchetto ci ha portato dei buoni punti in termini di aerodinamica, e dobbiamo partire da qui”.

Il manager di Draveil si è poi concentrato sul contatto al via tra Leclerc e Piastri, etichettandolo però come un incidente di gara: ”Erano in tre quasi sulla stessa linea con Perez e Piastri. Non ho neanche rivisto l’incidente. L’ho visto live e poi mi sono concentrato sulla gara, però ho la sensazione che si sia trovato in mezzo ai due. Penso che sia un incidente di gara”.


Leggi anche: F1 | Orari del Week End: GP Silverstone 2024 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8


Infine, parlando del punto di riferimento attuale in griglia, alla luce di quanto emerso a Spielberg, Vasseur ha commentato: ”Dipende dalla sessione, dipende dal weekend. È molto difficile da dire. A Monaco probabilmente i migliori eravamo noi”.

”Ieri, se guardiamo le qualifiche, è palese che Max fosse in una categoria a parte come ha detto anche Norris. Però se guardiamo alla gara di oggi, credo che Norris avesse un passo migliore, ma credo che sia una questione di gestione gomme, perché Max ha sofferto più di Lando probabilmente”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.