Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Montoya scommette: “Ecco perchè Verstappen resterà in Red Bull anche nel 2026“

Secondo Juan Pablo Montoya, Max Verstappen resterà in Red Bull anche nonostante il cambio regolamentare nel 2026

Nonostante Mercedes sembri ormai prossima a ufficializzare Kimi Antonelli al fianco di George Russell in vista della prossima stagione, il futuro di Max Verstappen continua a essere oggetto di discussione. Il fuoriclasse olandese può ancora vantare il contratto più lungo in griglia, avendo esteso il precedente accordo fino al 2028 non più tardi di due anni fa, eppure l’ipotesi di vederlo alla corte di Brackley non è ancora definitivamente tramontata. 

Montoya Verstappen
Secondo Montoya, Verstappen resterà in RedBull anche nel 2026 © Red Bull Content Pool

Verstappen resterà fedele alla Red Bull?

Con i regolamenti 2026 ormai alle porte, ci si domanda se e come Red Bull riuscirà a sopperire alla mancanza di un partner come Honda, divenuto ormai un pilastro negli anni, e che ha contribuito in maniera importante al dominio della scuderia anglo-austriaca dal 2021 a oggi.

Rumors degli scorsi mesi parlavano di diverse difficoltà nell’ambizioso progetto intrapreso dagli austriaci insieme a Ford, che tornerà in Formula 1 dopo un’assenza ultra ventennale per fornire supporto tecnico alla divisione Powertrains di Milton Keynes.

Al contrario, sia Ferrari che Mercedes sembrerebbero già a buon punto con i rispettivi progetti, con quest’ultima che spera che il cambio regolamentare, nel quale le Power Unit torneranno a ricoprire un ruolo fondamentale, possa permetterle di ritornare ai fasti di un tempo, dopo i vari fallimenti riscontrati dal 2022 in poi.

Tuttavia, intervistato da Formule1.nl Juan Pablo Montoya ritiene l’olandese resterà comunque fedele alla causa anche senza la presenza di Honda: “Non succederà. Max non se ne andrà. Scommetto con voi che sarà ancora in Red Bull nella prossima stagione”.


Leggi anche: F1 | VOTA – Giusto abbassare l’età minima per la superlicenza FIA a 17 anni?


“Credetemi, come pilota non si abbandona mai volontariamente una macchina vincente. Certo, dal 2026 la Formula 1 avrà nuovi regolamenti sui motori e dovrà avere a che fare con Red Bull Powertrains anziché Honda, ma le possibilità che lui ottenga un pacchetto migliore altrove e che la Red Bull opti per un approccio fatalmente sbagliato sono molto scarse”.

“In altre parole, se fossi Max, non andrei da nessuna parte. Se la scelta fosse tra correre con una Mercedes o con una Red Bull per le prossime due stagioni, non ci si dovrebbe pensare a lungo. La Mercedes ha un buon motore, ma non una buona macchina”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter