Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Mercedes ha iniziato a favorire Russell sugli sviluppi? Wolff fa chiarezza

Toto Wolff ha risposto alle accuse secondo le quali Mercedes avrebbe iniziato a favorire George Russell a discapito di Lewis Hamilton sugli sviluppi

Nonostante l’impresa di Charles Leclerc nella gara di casa abbia cannibalizzato (giustamente) tutte le prime pagine dei giornali, il GP di Monaco ha offerto interessanti spunti di riflessione anche su altre tematiche calde, ad esempio sulle gerarchie interne in casa Mercedes.

Wolff Hamilton Russell
Wolff ha risposto alle accuse sulla disparità di trattamento tra Russell e Hamilton © Motorsport

Tensione in casa Mercedes

Per la settima volta in stagione su otto qualifiche disputate, infatti, George Russell ha avuto la meglio sul compagno di squadra, con il sette volte campione del mondo che ha poi rilasciato delle dichiarazioni criptiche alle interviste: ”Ogni volta che arrivo alle qualifiche, so già che perderò un paio di decimi. Non prevedo di essere davanti a George in qualifica quest’anno”.

La decisione presa dal team di montare la nuova ala anteriore solamente sulla W15 del numero 63 ha sollevato diversi punti interrogativi sulla parità di trattamento riservata ai piloti, considerando anche il futuro di Hamilton già delineato da mesi.

Tuttavia, interpellato sulla questione nel post gara, Toto Wolff ci ha tenuto a specificare come Mercedes abbia ancora intenzione di riservare a entrambi un trattamento assolutamente paritario:“Penso che come squadra abbiamo dimostrato, anche nelle gare più tese tra compagni di squadra, che cerchiamo sempre di trovare il giusto equilibrio, di essere trasparenti e corretti”.


Leggi anche: F1 | Wolff ‘tradito’ da Hamilton: “Mi disse che sarebbe rimasto e poi…”


L’austriaco ha poi scomodato il finale di campionato del 2016, quando Rosberg e Hamilton si giocarono la vittoria del titolo fino agli ultimi metri a Yas Marina: ”Credo che non ci sia stato un momento, a parte il GP di Abu Dhabi del 2016, in cui abbiamo cercato di gestire una gara. Da allora non l’abbiamo più fatto”.

“Posso capire che, come pilota, vuoi il meglio da te stesso e dalla squadra. A volte, quando le cose vanno contro di te, puoi metterti in discussione. Come squadra siamo però al 100% della missione di dare ai due piloti due grandi macchine, le migliori macchine possibili e le migliori strategie e supporto possibili”.

“Stiamo cercando di ottenere il meglio dal rapporto e di massimizzare i risultati in questa loro ultima stagione insieme. E come sempre tra piloti, a volte può essere tesa perché tutti vogliono fare il meglio”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.