A TCFormula 1Interviste F1

F1 | Mercedes fantasma post GP di Singapore: il mistero del podio celebrato in solitaria da Hamilton

James Allison ha voluto chiarire la controversia legata all’apparente assenza dei membri Mercedes al termine del GP di Singapore, con Lewis Hamilton inquadrato a celebrare il podio insieme ai meccanici Ferrari e McLaren.

James Allison ha voluto chiarire la controversia legata all’apparente assenza dei membri Mercedes al termine del GP di Singapore, con Lewis Hamilton inquadrato a celebrare il podio insieme ai meccanici Ferrari e McLaren anzichè con la propria squadra. Il curioso episodio ha fatto parlare molto i social poche ore dopo la fine della gara, ma il direttore tecnico delle frecce d’argento ha smentito categoricamente la presunta assenza del team sotto al podio.

Podio Hamilton Mercedes GP Singapore
Mercedes assente post GP di Singapore: Hamilton ha davvero celebrato il podio in solitaria? @PakPassionSport

Mercedes assente post GP di Singapore: Hamilton ha davvero celebrato il podio in solitaria?

“Ovviamente la squadra era presente sul podio per festeggiare con Lewis”, ha tuonato immediatamente Allison sulla presunta assenza di uomini Mercedes sotto al podio di Marina Bay. “Tutti i membri della squadra che erano in grado di raggiungere il podio erano lì perché ci piace. Ci piace stare lì, applaudire e fare il tifo per il nostro pilota”.

“Necessariamente, una parte della squadra è dovuta rimanere nel garage durante l’evento, perché dovevamo ricevere l’auto di George dai commissari che la stavano riportando nella corsia dei box. Ma il resto della squadra era sul podio a fare il tifo insieme a tutti gli altri”.

Il podio conquistato dal sette volte campione del mondo è stato di fatto un grande regalo da parte del proprio compagno di squadra, con Russell che è andato a sbattere contro le barriere all’ultimo giro del gran premio nel tentativo disperato di superare Norris e Sainz ed ottenere il primo successo stagionale per Mercedes.


Leggi anche: F1 | UFFICIALE: McLaren blinda Piastri con un prolungamento di contratto pluriennale


Tuttavia, Allison ha voluto chiarire che il buffo siparietto che si è venuto a creare a fine gara è scaturito dalla fantastica vittoria Ferrari, con i registi che hanno preferito concentrare tutta l’attenzione delle telecamere sul team che ha finalmente spezzato l’egemonia Red Bull. 

”Le telecamere non mostrano tutto. La storia più importante è stata ovviamente la prima vittoria di quest’anno per un team non Red Bull. Quindi, mostrare tutte le facce della Ferrari al settimo cielo era una delle cose più importanti per la televisione e anche per il piacere di McLaren”.

“La cerimonia del podio ha visto la partecipazione di un gran numero di squadre. Eravamo una parte importante, ma forse non dove la telecamera illuminava i festeggiamenti per il podio”, ha concluso il britannico.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter