Formula 1Interviste F1

Vettel nel WEC con Porsche: la decisione finale potrebbe arrivare a breve

La decisione in merito al possibile approdo di Sebastian Vettel nel WEC con Porsche potrebbe arrivare nell’immediato futuro

È ormai da settimane che il nome di Sebastian Vettel viene prepotentemente accostato al WEC, nonostante sullo sfondo resti sempre viva l’opzione di un possibile ritorno in Formula 1. Il quattro volte campione del mondo ha ammesso di provare ancora interesse per la classe regina sotto alcuni aspetti, anche se la voglia di cimentarsi in altre categorie, ad oggi, sembra prevalere.

Vettel Porsche WEC
Vettel nel WEC con Porsche: la decisione potrebbe arrivare a breve © Porsche Motorsport

“Mi sono ritirato dalla Formula 1 per non tornare, ma ho anche detto che non si sa mai”, aveva affermato l’ex campione tedesco. “Ci sono cose che mi mancano, soprattutto la competizione. E cose che non mi mancano, quindi non è cambiato nulla”.

”Ovviamente, la vita è molto diversa se non sei coinvolto e mi piace ancora. Non sai mai dove ti porta la vita, quindi forse mi riporterà al volante, forse no”.

Nel frattempo, Vettel si è cimentato in un test privato ad Aragon con la LMDh Porsche 963 a fine Marzo, in preparazione per un’eventuale partecipazione alla 24h di Le Mans già quest’anno.

In tal senso, Urs Kuratle, Director Factory Racing LMDh di Porsche, ha fornito un aggiornamento riguardo alle tempistiche di un eventuale annuncio in un’intervista concessa a Motorsport-Total, con la decisione definitiva che verrà presa nelle prossime settimane: “Abbiamo letto sui media che è in trattativa con diverse persone. Sappiamo solo che non ha ancora deciso cosa fare”.


Leggi anche: F1 | Honda riaccoglie Alonso: perchè il “GP2 engine” non si ripeterà nel 2026


“Non sappiamo nemmeno se correrà ancora, dove e quando. Questo si saprà nei prossimi giorni o settimane. Quindi non sappiamo nemmeno se correrà con noi in futuro. Guardiamo sempre a ciò che è meglio per la squadra. Abbiamo molti buoni piloti”.

Anche Kevin Enstre, che fa parte dell’equipaggio Porsche in classe Hypercar, ha parlato del test svolto dal tedesco: “L’ho visto solo un po’ prima di salire in macchina. Stava parlando con l’ingegnere, guardando la telemetria e ascoltando la radio”.

“Era molto motivato e voleva imparare tutto quello che stava succedendo. Ha fatto quello che doveva fare. Naturalmente abbiamo ascoltato attentamente i suoi commenti. In linea di massima, concordava con quanto detto dai piloti abituali, ma è stato interessante scoprire le sfumature di un pilota del suo calibro”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter