Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | VOTA – Giusto abbassare l’età minima per la superlicenza FIA a 17 anni?

La decisione presa dalla FIA di modificare la regola sull’età minima per ottenere la superlicenza sta facendo discutere: scelta giusta o troppo azzardata?

Così come accadde per Max Verstappen nel 2015, anno in cui il fuoriclasse olandese fece il proprio debutto assoluto in Formula 1 ancora minorenne, anche il ”caso Antonelli” è destinato a generare polemiche e a far discutere.

FIA superlicenza
Giusto abbassare l’età minima per la superlicenza FIA a 17 anni? © Mercedes

Si apre il ‘caso Antonelli’

La decisione presa dalla FIA di modificare la regola sull’età minima per ottenere la superlicenza ha infatti creato due fazioni contrapposte, tra chi ritiene che un pilota, se meritevole, debba avere l’opportunità di correre anche senza necessariamente il raggiungimento della maggiore età, e chi invece ritiene che far debuttare un pilota ancora minorenne sia troppo rischioso.

A esclusiva discrezione della FIA – recita il nuovo comma dell’articolo 13.1.2 del codice sportivo internazionale – un pilota che abbia recentemente e costantemente dimostrato una straordinaria abilità e maturità nelle competizioni per monoposto formula può ottenere una Superlicenza all’età di 17 anni”.

La regola venne modificata dalla federazione ormai quasi dieci anni fa con l’obiettivo di prevenire un nuovo caso Verstappen, obbligando qualunque pilota a compiere almeno 18 anni prima di poter essere ritenuto idoneo al conseguimento della superlicenza, oltre ovviamente ai 40 punti minimi ottenuti e al possedimento di una patente di guida valida.


Leggi anche: F1 | Sainz-Williams: perchè l’affare non andrà in porto secondo Eddie Jordan


Tutto ciò è però destinato a cambiare, con Antonelli che avrà quindi modo di debuttare in classe regina già prima del 25 Agosto, data nella quale spegnerà diciotto candeline.

Da capire se il giovane italiano riuscirà almeno a prendere parte a qualche sessione di prove libere – se con Williams o con Mercedes – in attesa che la scuderia di Brackley lo ufficializzi per la prossima stagione come pilota ufficiale al fianco di George Russell. 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter