Formula 1Interviste F1

F1 | Hamilton parla già da ferrarista: perchè l’affare “non sarebbe mai andato in porto” senza Vasseur

Lewis Hamilton ha parlato dell’importanza di Frederic Vasseur nella trattativa che lo ha convinto a sposare la causa Ferrari a partire dal 2025

Nonostante l’attenzione sia in larga parte rivolta ai test pre stagionali in Bahrain, non si può non rivolgere lo sguardo anche al 2025, quando Lewis Hamilton vestirà di rosso, coronando il sogno di concludere una carriera già leggendaria da pilota Ferrari. Il clamoroso trasferimento a Maranello però – come confermato dallo stesso Lewis- non sarebbe stato possibile senza la presenza di Frederic Vasseur, con il quale conserva ottimi rapporti da ormai 20 anni.

Hamilton Vasseur Ferrari
Vasseur fondamentale nel convincere Hamilton a passare in Ferrari © XBP Images

Vasseur fondamentale nel convincere Hamilton a passare in Ferrari

“Ho un ottimo rapporto con Fred”, ha esordito il sette volte campione del mondo, dopo aver concluso il suo giorno e mezzo di prove con la nuova W15.

“Ovviamente ho corso con lui in F2 e abbiamo avuto un successo straordinario in F3 e anche in GP2. È lì che sono iniziate le basi del nostro rapporto. Siamo sempre rimasti in contatto.

”Pensavo che a un certo punto sarebbe diventato un fantastico team manager e sarebbe passato alla F1, ma all’epoca non era interessato. È stato davvero bello vederlo entrare in Alfa Romeo. Poi, quando ha ottenuto il posto in Ferrari, sono stato felicissimo per lui”.

Proseguendo con la risposta, il pilota Mercedes è convinto che, senza la figura del manager di Draveil, il suo passaggio in Ferrari non si sarebbe mai concretizzato: “Credo che le stelle si siano allineate e che non sarebbe successo senza di lui. Quindi gli sono molto grato e sono davvero entusiasta del lavoro che sta svolgendo”.


Leggi anche: F1 | Test Bahrain 2024, cronaca in diretta del Day 3 – LIVE


Per Hamilton si tratterà di una prima volta assoluta anche a Maranello, dopo aver speso oltre dieci anni a Brackley:Non ci sono mai stato. Ho comprato la mia prima Ferrari nel 2010, credo, come regalo a me stesso. Ora non ce l’ho più, ma non ho avuto modo di andarci in quel periodo. Essendo con la Mercedes, non mi sembrava il caso di andarci”.

Infine, alla domanda se avesse intenzione di imparare l’italiano, Lewis ha risposto: “In tutti questi anni non sono riuscito a imparare altre lingue. Ovviamente ci proverò. Ricordo che quando facevo karting in Italia ero riuscito a imparare qualche frase. Spero che questo mi torni in mente molto presto”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter