Formula 1Interviste F1

F1 | Williams umilia Sargeant: emblematica la cannonata di Verstappen

Max Verstappen ha commentato senza troppi giri di parole la decisione presa da Williams di affidare la macchina di Logan Sargeant ad Alexander Albon per il prosieguo del weekend di Melbourne.

Anche da queste cose di distinguono i fuoriclasse dai buoni piloti. Le parole proferite da Max Verstappen parlando dell’imbarazzante vicenda che ha coinvolto Williams nel weekend di Melbourne testimoniano ancora una volta l’incredibile carisma di un pilota che ha fatto della fame di vincere e della schiettezza un marchio di fabbrica. 

Verstappen Sargeant Williams
Williams umilia Sargeant: emblematica la risposta di Verstappen © sportsillustrated

”Sono qui per la squadra. Continuerò a dare il mio contributo in ogni modo possibile in questo fine settimana per massimizzare i risultati che possiamo ottenere”. Queste sono state le parole dello statunitense, costretto dalla squadra a rinunciare a testa bassa al fine settimana in Australia per permettere al compagno di squadra di rimediare all’errore commesso durante le FP1.

È chiaro che Sargeant, già in bilico per una prima stagione di certo non esaltante, non ha potuto far altro che accettare l’ordine imposto dall’alto, nella speranza di poter portare almeno a termine la stagione.

È altrettanto chiaro però che la decisione presa da Williams rappresenta un’ulteriore mazzata all’autostima del classe 2000, già abbastanza compromessa nel confronto con Albon.

Interpellato sull’accaduto, Verstappen non si è fatto scrupoli nel giudicare la vicenda con la sua solita franchezza: “Lo capisco dal punto di vista delle prestazioni, naturalmente, ma ciò non cambia il fatto che questo è ovviamente uno schifo per Logan”.


Leggi anche: F1 | Leclerc, il motivo dietro al pessimo risultato nelle qualifiche in Australia


“Ovviamente non sono in quella posizione, ma in quel caso sarei già sull’aereo di ritorno. Se dovesse accadere a me, distruggerei completamente anche la mia, così che nessuno possa guidarla. Nella mia situazione questo ovviamente non accadrà, il che mi sembra logico”.

Parole emblematiche quelle del tre volte campione del mondo, che nella giornata di oggi ha voluto mettere ancora una volta le cose in chiaro, firmando la terza pole position in tre gare, con un altro giro capolavoro dopo quello fatto segnare già a Jeddah.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter