Formula 1

Mick Schumacher torna in F1? Test con Alpine al Paul Ricard

Mick Schumacher svolgerà una giornata di test al Paul Ricard con Alpine F1 ma non sarà l’unico pilota in pista.

Il team francese non ha ancora scelto la line-up per il prossimo anno. Sulla lista di Alpine ci sarebbe anche Mick Schumacher che la prossima settimana svolgerà un test al Paul Ricard con la monoposto F1 del 2022.

mick schumacher alpine f1 test paul ricard le castellet doohan briatore sainz f1 formula1
Mick Schumacher svolgerà un test con Alpine F1 al Paul Ricard © Alpine Endurance Team

Dopo la separazione con Esteban Ocon, in casa Alpine si è liberato un sedile per il 2025. Anche la presenza di Gasly non è ancora certa visto che il contratto del francese scadrà a fine stagione.

Flavio Briatore, nuovo consulente del team, ha però lasciato intendere a Canal+ come probabilmente Pierre manterrà il suo posto in squadra. Resta da chiarire invece l’identità del suo compagno.

“Forse gli affiancheremo un pilota giovane. O anche uno più anziano“, ha sottolineato Briatore. Un commento che, naturalmente, non chiarisce i dubbi.

In mattinata è uscita la notizia secondo cui il manager italiano starebbe provando a convincere Carlos Sainz. Un’ulteriore corteggiamento quindi per lo spagnolo, oltre a quelli di Sauber e Williams.

Schumacher – Doohan, un sedile per due?

Oltre alla suggestione Sainz, sulla lista del team francese sembrerebbero esserci altri due nomi. Il primo è quello di Jack Doohan, collaudatore di Alpine. Il secondo è quello di Mick Schumacher, terzo pilota Mercedes ed impegnato nel programma WEC di Alpine.

Come riportato da motorsport.com, il 3 luglio entrambi svolgeranno un test con Alpine sulla pista di Le Castellet. I due giovani piloti guideranno la A522. Si tratta della monoposto del 2022 che ha chiuso al quarto posto nel mondiale costruttori.

Schumacher, così come Doohan, con questo test avrà la possibilità di dimostrare ad Alpine il suo potenziale e di meritare una nuova chance per un sedile in F1. Mick infatti aveva già guidato per Haas nel 2021 e 2022.


Leggi anche: F1 | Mercedes, anche il CEO interviene su Verstappen: “Credo che starebbe bene in argento”


Tuttavia non è detto che chi meglio figurerà in quel test avrà la certezza di avere un sedile. Se infatti Sainz decidesse di unirsi ad Alpine, si chiuderebbero le porte per entrambi.

Insomma un rebus di mercato molto ampio che coinvolge anche Audi e Williams. L’impressione è che appena Sainz sceglierà il suo futuro, andranno a posto tutti i tasselli.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Copertina © Alpine Endurance Team

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.