Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Ben Sulayem e Domenicali illustrano i due pilastri principali dei regolamenti 2026

Mohammed Ben Sulayem e Stefano Domenicali hanno identificato i due pilastri fondamentali alla base dei nuovi regolamenti tecnici 2026

Dopo aver già offerto qualche anticipazione nella giornata di ieri, poco fa la FIA ha ufficializzato i tanto discussi regolamenti tecnici 2026, con la Formula 1 che, come nel 2022, si appresta a intraprendere una vera e propria rivoluzione tecnologica.

Domenicali Ben Sulayem regolamenti 2026
Ben Sulayem e Domenicali illustrano i due pilastri dei nuovi regolamenti 2026 © FIA

La Formula 1 si lancia nel futuro

Tanti i cambiamenti rispetto all’attuale ciclo regolamentare, a partire dall’introduzione dell’aerodinamica attiva, alla riduzione di peso di 30kg, con le vetture che saranno decisamente più agili, corte e strette rispetto a quelle attuali. Tutto ciò si tramuterà in una riduzione del downforce del 30%, a vantaggio però della resistenza all’avanzamento, che si ridurrà del 55%.

La vera grande novità è però rappresentata dalla modalità manual override, ovvero un sistema che andrà di fatto a sostituire l’effetto del DRS, e che permetterà alle vetture che seguono di poter disporre di maggiore potenza elettrica rispetto ai piloti che precedono. 

Parlando della nuova era che la Formula 1 si appresta a vivere, Mohammed Ben Sulayem ha identificato i due pilastri fondamentali alla base dei nuovi regolamenti: ”Dopo la pubblicazione dei regolamenti sulle power unit 2026, abbiamo colto l’opportunità di ridefinire i regolamenti sui telai per adeguarli ai requisiti energetici delle nuove power unit”.

”Collaborando con i nostri partner della Formula 1 e con l’assistenza dei 10 team di questo sport e di tutte le nostre parti interessate, questa è una revisione unica nel suo genere, che garantirà al nostro campionato principale di essere ancora più pertinente a ciò che sta accadendo nel mondo”.

“Le caratteristiche principali del Regolamento F1 2026 sono la tecnologia avanzata e sostenibile e la sicurezza. Il nostro obiettivo, insieme alla Formula 1, era quello di produrre una vettura adatta al futuro della categoria d’élite di questo sport. Crediamo di aver raggiunto questo obiettivo”.


Leggi anche: UFFICIALE – La FIA svela le nuove vetture F1 2026, rivoluzione completa


Anche Stefano Domenicali ha sposato le parole dell’emiratino, dicendosi entusiasta per la sfida tecnica che l’intera Formula 1 si ritroverà ad affrontare tra poco più di un anno: “Questi regolamenti segnano un momento importante per il futuro del nostro sport. Ci aspettiamo una nuova generazione di auto e di propulsori, che mirano a dare ai nostri fan gare più vicine ed emozionanti”.

”Il nuovo propulsore ibrido ad alimentazione sostenibile rappresenta un’enorme opportunità per l’industria automobilistica mondiale. La riduzione del carburante ha il potenziale per essere utilizzato dalle auto di tutto il mondo e ridurre drasticamente le emissioni”.

Il suo potenziale è uno dei motivi principali per cui nel 2026 avremo un numero record di fornitori di motori in Formula 1. Entriamo in questo nuovo ciclo normativo con lo sport nella posizione più forte che abbia mai avuto. Sono fiducioso che il lavoro svolto dalla FIA per creare questi regolamenti rafforzerà ulteriormente la posizione di questo sport in tutto il mondo.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter