Formula 1

Newey in Ferrari o Aston Martin? Macché: spunta (a sorpresa) un’alternativa dal passato

Nelle ultime settimane, il nome di Adrian Newey è stato associato a Ferrari o Aston Martin, ma occhio al colpo di scena di mercato: c’è un altro team interessato.

Da quando Adrian Newey ha ufficializzato l’addio alla Red Bull, il suo nome è stato subito associato alla Ferrari. Sciolto ogni dubbio su un possibile arrivo in Aston Martin, il genio dell’aerodinamica è ora un free agent, libero sul mercato.

Alla vigilia del weekend di gara a Miami, Lewis Hamilton non ha nascosto il desiderio di poter lavorare con il progettista britannico. E ciò potrebbe diventare realtà magari già dal prossimo anno, quando il sette volte campione del mondo sarà un pilota Ferrari.

Red Bull Newey
Credits: Red Bull Content Pool

Fred Vasseur si è già mobilitato. Il team principal francese avrebbe incontrato in gran segreto Newey, per convincerlo a venire a Maranello, giocando proprio la carta di Hamilton. Tra i rimpianti del britannico c’è anche quello di non aver potuto lavorare con il pilota Mercedes.

Nonostante il mercato voglia farci credere che Ferrari sia sempre più vicina ad accaparrarsi Adrian Newey, occhio al colpo di scena. RacingNews365 riporta un’esclusiva clamorosa: ci sarebbe un altro team interessato al progettista. Un nome che proviene da un glorioso passato.

Newey-Williams: una chiamata dal passato

Il team principal della Williams, James Vowles, avrebbe avvicinato Newey per cercare di farlo tornare in un team dove ha vinto il primo dei suoi 25 titoli (tra costruttori e piloti). La storia tra il tecnico della Red Bull e la scuderia inglese inizia nel 1991. Newey riuscì a trasformare la Williams nella forza dominante in pista nei primi anni Novanta.

Grazie alle sue macchine, la scuderia di Frank Williams vinse il titolo costruttori per tre anni consecutivi dal 1992 al ’94, e di nuovo nel 1996 e nel 1997. Adrian Newey ha portato al trionfo piloti come Nigel Mansell e Damon Hill, mentre Alain Prost conquistò il suo quarto titolo nel 1993.

La Williams di oggi, però, sa di non poter competere finanziariamente con le offerte della Ferrari.

Crediti immagine di copertina: IMAGO images

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter