Formula 1Pillole di F1

Pillole di F1 | Ferrari a caccia di aggiornamenti per battere Verstappen: il recap delle notizie di oggi

Ferrari a caccia di aggiornamenti per raggiungere e battere Verstappen e Red Bull: ecco cos’è successo oggi, 22 aprile, in F1.

Pillole di F1, dalla Ferrari a caccia di aggiornamenti al dominio di Max Verstappen: ecco il sunto delle notizie di oggi, 22 aprile. Se a Maranello ci si interroga sui prossimi passi da intraprendere, il Circus pensa al futuro. In arrivo un nuovo sistema di punteggio e, forse, un nuovo circuito.

Ferrari al buio dopo la Cina? Sainz accende una candela

Pillole di F1 | Ferrari a caccia di aggiornamenti per battere Verstappen: il recap delle notizie di oggi
Carlos Sainz nei box di Shanghai – Scuderia Ferrari

La Cina è stata decisamente indigesta per la Ferrari. Il quarto e il quinto posto delle due Rosse servono a limitare i danni, ma è evidente che la SF-24 fosse la terza forza in pista. Nulla di cui preoccuparsi eccessivamente, eppure è necessario fare dei passi in avanti. Lo sa Carlos Sainz, che suggerisce alla sua scuderia la strada da intraprendere: serve un pacchetto nuovo, aggiornato, per migliorare le prestazioni anche sui circuiti più sfavorevoli.

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE

Maranello perdente nella roulette del setup a Shanghai

Pillole di F1 | Ferrari a caccia di aggiornamenti per battere Verstappen: il recap delle notizie di oggi
Ferrari dietro a Red Bull e McLaren in Cina – Scuderia Ferrari

In appuntamenti conditi da Sprint Race, le scommesse sono d’obbligo. Il lavoro al simulatore è fondamentale, ma la singola sessione di Prove Libere impone anche una certa dose di casualità nell’esito finale. Ferrari, in Cina, ha puntato sul progressivo miglioramento della pista. Circostanza che avrebbe consentito alla SF-24 di raggiungere la corretta finestra di comportamento anche con una messa a punto più scarica. Questa, condita dalle basse temperature, la causa del tracollo Rosso?

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE

Max Verstappen: Shanghai Drift

Max Verstappen domina a Shanghai – Red Bull Content Pool

Il dominatore assoluto del Gran Premio della Cina ha un nome e un cognome ormai impressi nella storia del Circus. Max Verstappen vince, anzi, stravince a Shanghai, concedendosi anche un pizzico di follia. In uscita da Curva 14, proprio all’ultimo giro, decide di pestare sull’acceleratore, lasciando scorrere la sua monoposto in un traverso di pura potenza. Il tutto condito da un curioso team radio con il suo ingegnere di pista, Giampiero Lambiase. Nulla a che vedere con la confusione fra Xavi Marcos e Charles Leclerc.

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE

Lo spettacolo sta nel mezzo: nuovi punti per il midfield

"Fanc**o quel tipo, chissà che ha per la testa", Ricciardo durissimo su Stroll in Cina
Più enfasi sulla lotta a centro gruppo nel futuro della F1 – Red Bull Content Pool

La Formula 1 non smette di ripeterlo: lo spettacolo è anche (e soprattutto, in certi casi) a centro gruppo, nel cosiddetto “midfield“. Sorpassi, sportellate e manovre al limite, fra scuderie che farebbero di tutto – chiedere ad Haas – per strappare quel singolo punto iridato della decima piazza. Dal 2025 potrebbe entrare in vigore un nuovo sistema di punteggio, che allungherebbe la zona punti fino alla 12esima piazza. Una strategia sensata per creare interesse verso le grandi battaglie delle piccole.

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE

Dall’Asia con amore

Mark Webber in Thailandia, nel 2018 – Getty Images

Cina, Giappone, Singapore e ora Thailandia: la Formula 1 valuta un’espansione nel continente asiatico. Dopo l’annuncio della costruzione di un nuovo tracciato in Corea, a Incheon, e in Cina, a Guangzhou, il Circus si appresta a valutare anche l’Isola di Rattanakosin. L’Asia ha fame di motori e, insieme agli Stati Uniti d’America, è il perfetto terreno di caccia per la massima serie. Intanto, però, qualcuno continua a lamentarsi del calendario troppo lungo.

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE

Foto Copertina: Scuderia Ferrari

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter