A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

Andrea Stella: “Red Bull? Vi spiego perché hanno guadagnato terreno su McLaren e Ferrari”

Il team principal McLaren, Andrea Stella, ha spiegato il motivo per cui Red Bull sembra aver guadagnato sulla sua scuderia e su Ferrari.

Red Bull allunga su McLaren e Ferrari ma Andrea Stella invita alla calma: “In dodici mesi possiamo riprenderli“. È evidente come Max Verstappen stia gareggiando in un campionato a parte. Le sue prestazioni pure e sul passo gara sono irraggiungibili per tutti i rivali, salvo rare occasioni. Al netto dei prossimi aggiornamenti per Woking e Maranello, la situazione sembra persino peggiore del 2023.

Andrea Stella: "Red Bull? Vi spiego perché hanno guadagnato terreno su McLaren e Ferrari"
McLaren conquista il secondo posto a Shanghai con Lando Norris – McLaren F1

I rivali di Red Bull hanno fatto un passo indietro rispetto a Milton Keynes? Sembra quasi sia questo il caso. Tralasciando l’Australia, con il problema ai freni che lo ha costretto al ritiro, Max Verstappen è parso inarrestabile nelle altre quattro gare finora corse. Un dominio totale, condito da tre doppiette Red Bull, che potrebbero far pensare ad un dominio persino più esteso del 2023.

Ci pensa Andrea Stella, team principal McLaren, a spiegare chiaramente le circostanze che hanno portato la RB20 a questo ulteriore step in avanti: “Penso che Red Bull non abbia sviluppato chissà quanto la sua macchina, lo scorso anno. Per portare così tante innovazioni sulla RB20, devono aver speso mesi di lavoro. Lavoro che hanno fatto sacrificando lo sviluppo della RB19“.


Leggi anche: L’incredibile critica a Leclerc: “Per questo motivo, Hamilton lo mangerà vivo in Ferrari!”


Credo quindi, anche se sembra che abbiamo perso terreno – continua Andrea Stellaquesto sia dovuto al fatto che in precedenza, mentre loro lavoravano sulla monoposto 2024, noi ci siamo avvicinati. Dobbiamo guardare alle cose sul lungo periodo. Siamo su un’ottima traiettoria e, chissà, magari in dodici mesi potremo prendere Red Bull“.

Niente panico, quindi, anzi: Andrea Stella ostenta fiducia nei mezzi della sua scuderia. Come dar torto all’ingegnere italiano, dopo il secondo posto di Shanghai? La lotta per il secondo posto – almeno fino ad Imola e alla SF-24 EVO – sembra poter dare quell’emozione che là davanti continua a mancare. Tempo al tempo, però: gli avversari ora “lavorano come pazzi“.

Foto Copertina: McLaren F1

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter